Carabinieri donano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati, i clown dottori portano un pizzico di allegria

La rappresentanza sarà guidata dall’Ispettore regionale dell’Associazione, Ten. Salvatore Costa e dal Presidente Sezionale M.llo Michele Longo. La festa dei “piccoli angeli” sarà animata anche dai Clown dottori de “Il Cuore di Foggia”

I clown dottori

Venerdì 12 aprile, in occasione della Santa Pasqua 2019, l’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) sezione di San Giovanni Rotondo, donerà a tutti i bimbi ricoverati al presidio territoriale di riabilitazione “Gli Angeli di Padre Pio” le uova di cioccolato confezionati con il logo dell’Arma. 

La delegazione dell’ANC, oggi aggrega militari (anche di altre Armi, Corpi e servizi) che prestano o hanno prestato servizio nell’Arma dei Carabinieri (soci effettivi); gli appartenenti al “nucleo familiare” gli ascendenti, discendenti, fratelli, sorelle e rispettivi coniugi di coloro che abbiano prestato o prestino servizio nell’Arma (soci familiari); coloro che condividono i valori, lo spirito e le finalità statutarie dell’ANC (soci simpatizzanti). L’ammissione di soci simpatizzanti è approvata dal Consiglio sezionale ed il loro numero è contingentato. 

La rappresentanza sarà guidata dall’Ispettore regionale dell’Associazione, Ten. Salvatore Costa e dal Presidente Sezionale M.llo Michele Longo. La festa dei “piccoli angeli” sarà animata anche dai Clown dottori de “Il Cuore di Foggia”, che ritornano nella struttura d’eccellenza nella riabilitazione dopo le attività di febbraio scorso, in occasione della Giornata mondiale del malato. 

“Ringraziamo tutti - dichiarano dall’area strategica della Fondazione -, e in particolare l’Arma dei Carabinieri per la sensibilità e l’impegno che da sempre ne contraddistinguono l’operato”.  Scheda/La preghiera del Carabiniere La preghiera del Carabiniere alla "Virgo Fidelis" (la Vergine Maria, Patrona dell’Arma dei Carabinieri dall’11 Novembre 1949) è dell'Arcivescovo Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, che nel 1949 era Ordinario Militare. Eccone il testo: "Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e nostra, noi Carabinieri d'Italia, a Te eleviamo reverente il pensiero, fiduciosa la preghiera e fervido il cuore! Tu, che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice col titolo di "Virgo Fidelis", Tu accogli ogni nostro proposito di bene e fanne vigore e luce per la Patria nostra, Tu accompagna la nostra vigilanza, Tu consiglia il nostro dire, Tu anima la nostra azione, Tu sostenta il nostro sacrificio, Tu infiamma la devozione nostra! E da un capo all'altro d'Italia suscita in ognuno di noi l'entusiasmo di testimoniare, con fedeltà sino alla morte, l'amore a Dio e ai fratelli italiani. E così sia!". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento