'La fabbrica del santo', il foggiano Leonardo Gliatta presenta il suo romando d'esordio a Parcocittà

Il volume (Ianieri edizioni) racconta l'amicizia di due ragazzi in un momento di grande fermento per la Capitanata (e il resto del mondo): la canonizzazione di Padre Pio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L'autore foggiano Leonardo Gliatta torna in città. Oggi, sabato 3 ottobre, infatti, si conclude il booktour estivo del suo romanzo d’esordio 'La Fabbrica del santo' (Ianieri edizioni). La presentazione, moderata dalla professoressa di storia dell’arte Katia Ricci, del circolo culturale 'La Merlettaia', è in programma oggi, alle 18.30, all'arena di Parcocittà.

All'incontro partecipa anche l'attrice e docente Maria Staffieri, in qualità di voce recitante. 'La fabbrica del santo' è un romanzo di formazione, ambientato tra Foggia e San Giovanni Rotondo, che racconta l'amicizia di due ragazzi in un momento di grande fermento per il nostro territorio: la canonizzazione di Padre Pio, tra la fine degli anni Novanta e i primi Duemila, quando San Giovanni e il Gargano hanno accarezzato il sogno di diventare la Lourdes del Mezzogiorno, richiamando Renzo Piano e altri artisti di fama internazionale per la costruzione della Chiesa Nuova.

Così, mentre i due protagonisti crescono e affrontano i problemi dell’adolescenza, gli amori struggenti e le passioni violente, vedono 'sorgere' davanti ai loro occhi la 'fabbrica del santo'. Ingresso gratuito.

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento