menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'autocarro

L'autocarro

Così gli studenti del ‘Minuziano-Di Sangro-Alberti’ costruiscono un autocarro

Al polo tecnologico ‘Minuziano-Di Sangro-Alberti’ gli studenti del corso di manutenzione costruiscono un autocarro a scopi didattici

La scuola del fare diventa realtà al Polo Tecnologico ‘Minuziano-Di Sangro-Alberti’ di San Severo. Per l’anno scolastico in corso, gli studenti della Classe 5ª manutenzione sezione ‘Professionale’, hanno realizzato, a partire da gennaio, un autocarro funzionante a scopi didattici, con tanto di sportelli, sedili e sul tetto la riproduzione del tricolore nazionale.

Hanno acquistato il motore, le ruote, il telaio, le lamiere per realizzare il tetto, la carrozzeria e gli sportelli. Nel giro di 4 mesi il progetto è diventato realtà. Una iniziativa resa possibile grazie all’impegno del personale docente ed alla disponibilità manifestata all’iniziativa dal dirigente scolastico del polo tecnologico, Vincenzo Campagna.

Spiegano i docenti impegnati nel progetto: “L’iniziativa è finalizzata a far acquisire competenze pratiche agli studenti che si preparano a lasciare i banchi di scuola ed entrare nel mondo del lavoro. Dopo aver studiato sui libri la caratteristiche del motore, nei laboratori abbiamo visto dal vivo tutto ciò che fino a quel momento era stato descritto solo in ambito teorico”.

Un progetto sostenuto da Vincenzo Campagna, dirigente scolastico del polo tecnologico ‘Minuziano’. “I ragazzi impegnati nel progetto, hanno acquisito abilità spendibili anche nel mondo del lavoro. Il polo tecnologico, quindi, non è soltanto una scuola del sapere, ma anche del fare, che consente agli studenti di acquisire sempre più abilità e un curricolo spendibile sin da subito. Il progetto ha consentito di avviare relazioni con il mondo del lavoro per l'alternanza scuola-lavoro e le aziende hanno risposto positivamente a queste proposte formative. La scuola di oggi ha il compito di formare i ragazzi non soltanto dal punto di vista nozionistico, ma deve essere capace di offrire una formazione a 360 gradi. Una formazione che deve consentire agli studenti di poter scegliere con la propria testa e di essere artefici del proprio futuro” spiega il dirigente scolastico, Campagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento