Mercoledì, 29 Settembre 2021
Eventi Troia

Jazz'Out, il troiano Giambattista Ciarmoli vince con una canzone sul quartiere Cinisello

Si aggiudica il primo posto nella sezione video del contest attraverso il quale la Fondazione Ampioraggio ha chiamato i giovani dai 18 ai 29 anni a costruire idee e progetti per una nuova narrazione dei borghi dell’entroterra italiano e del Sud in particolare

Sono il troiano Giambattista CiarmoliAntonio Pascucci di Frigento (Av) e il brindisino Gabriele Fanelli di Francavilla Fontana i vincitori di Jazz’Out, il contest attraverso il quale la Fondazione Ampioraggio ha chiamato i giovani dai 18 ai 29 anni a costruire idee e progetti per una nuova narrazione dei borghi dell’entroterra italiano e del Sud in particolare.

Giambattista Ciarmoli ha vinto la sezione Audio grazie a una canzone inedita che racconta un quartiere troiano, 'Cinisello', assieme alla voglia e alla speranza di vederci crescere nuovi sogni. Antonio Pascucci, invece, ha conquistato la sezione Testi inventandosi il 'Frigentopoli', una versione irpina e totalmente dedicata al suo paese del più famoso e conosciuto gioco da tavola di tutto il mondo. La sezione Video, infine, è stata appannaggio di Gabriele Fanelli, capace di realizzare un progetto digitale completo e innovativo per sperimentare un nuovo modo di promuovere i borghi, rendendo fruibili tutte le loro unicità.

A giudicare i lavori, assieme alla commissione di Fondazione Ampioraggio, e a premiarli sono stati Giovanni Dello Iacovo, consigliere di amministrazione della Fondazione Apulia Film Commission, e Pierluigi del Carmine, dell'Ufficio Produzioni e Progetti Audiovisivi della stessa agenzia regionale, oltre alla consigliera del Comune di Troia con delega alla Cultura, Rosalia Di Mucci. I vincitori hanno ritirato il premio il 31 luglio a Pietrelcina (Benevento), nella manifestazione alla quale i tre giorni troiani erano legati.

Boom di progetti d'impresa

Durante i tre giorni di focus sulle possibilità di rilancio dei borghi del Sud, a Troia è emerso un dato oltremodo incoraggiante. Palma Nicolardi, dell’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (Arti), ha spiegato come - nonostante lo stop imposto per molti mesi dalla pandemia – si stia continuando a lavorare allo sviluppo di 163 progetti nell’ambito di Estrazione dei Talenti, l’intervento attraverso il quale la Regione Puglia finanzia percorsi personalizzati di accompagnamento e accelerazione rivolti a Team di aspiranti imprenditori innovativi nell’ambito delle aree prioritarie di innovazione indicate dalla Strategia regionale per la Ricerca e l’Innovazione.

Giuseppe Glorioso, di Invitalia, ha invece illustrato i numeri di ‘Resto al Sud', misura di sostegno allo sviluppo di imprese nel Mezzogiorno d’Italia: 326 progetti ammessi in Puglia, un investimento previsto pari a 22 milioni di euro e una previsione di circa 1200 nuovi posti di lavoro. 

La rete dei tratturi

Particolarmente interessante è stato il confronto che ha visto dialogare i sindaci dei Monti Dauni e i dirigenti del Gal Meridania con responsabili ed esperti della Sezione Demanio e Patrimonio della Regione Puglia. Al centro della discussione, i risultati del lavoro che la Regione Puglia sta realizzando nell’ambito del Documento di Valorizzazione dei Tratturi.

I dati raccolti, analizzati e sistematizzati, il lavoro sul campo e le osservazioni dei Comuni saranno la base per la realizzazione, nei prossimi anni, di un moderno ‘parco della transumanza', una ‘rete delle reti’ che renda fruibili i percorsi tracciati dai tratturi come vettori che uniscono territori e integrano servizi per accogliere cicloturisti, studenti, ricercatori, artisti, nuovi investimenti per economie innovative e sostenibili. Anche in questo caso, il ruolo dei giovani è centrale, fondamentale, a partire da quelle ragazze e quei ragazzi che vogliano spendere nei loro borghi e nelle loro regioni d’origine le competenze acquisite nei percorsi di studio e formazione. 

Troia modello per il rilancio

“Per tre giorni - ha dichiarato il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri - Troia è stata una città al centro di una rete di connessioni e scambi con il resto d’Italia, in particolare con Campania e Molise, grazie alla presenza di tanti giovani. Li abbiamo ospitati qui, hanno conosciuto e apprezzato il nostro centro storico, la cucina tipica di Troia, e hanno condiviso e discusso con noi le migliori idee per rilanciare i nostri borghi e trasformarli anche grazie alle risorse del Pnrr in luoghi dove finalmente i giovani abbiano possibilità e strumenti per costruire un nuovo futuro, il loro e il nostro. Per questo e di questo ringrazio i ragazzi che hanno partecipato al contest, la Fondazione Ampioraggio, la Regione Puglia, l’Università di Foggia, il Politecnico di Bari e tutti gli autorevoli partner, a cominciare da Invitalia e Adtm, di un’iniziativa certamente da riproporre e rivivere presto, già ne prossimi mesi, tornando a discutere delle fasi decisive del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jazz'Out, il troiano Giambattista Ciarmoli vince con una canzone sul quartiere Cinisello

FoggiaToday è in caricamento