Foggia attende San Pio, in programma un concerto dell'orchestra "Ottava Nota"

Si tratta della corale della Protezione Civile dell’associazione nazionale vigili del fuoco in congedo, di cui il frate di Pietrelcina è il santo protettore

San Pio accolto a San Marco in Lamis

Nell'anno 2004 San Pio da Pietrelcina è stato proclamato protettore dei volontari di protezione civile. Ed il 14 febbraio, ad accogliere le spoglie di San Pio a Foggia dal rientro da Roma sarà proprio l’Orchestra della Protezione Civile dell’associazione nazionale vigili del fuoco in congedo “Ottava Nota”.

Dalle 11.30 fino all’arrivo del corpo del Santo (previsto per le 12.00), il gruppo “Ottava Nota” intratterrà i presenti con un concerto all’aperto, per offrire e ringraziare il frate di Pietrelcina per il dono della musica, talento con cui si esprimono le gioie e le emozioni dei cuori.

San Pio da Pietrelcina è considerato un maestro delle virtù richieste a quanti hanno scelto di esprimere la solidarietà, le generosità del dono di sé e la condivisione soprattutto con coloro che vivono momenti di dramma e di sofferenza perché la loro vita quotidiana è sconvolta da catastrofi e calamità di qualsiasi natura.

E’ in questo immedesimarsi totalmente nel prossimo che si realizza la vocazione specifica del volontario di protezione civile: soccorrendo, lasciandosi prendere completamente dalle esigenze delle vittime delle calamità e delle tragedie che periodicamente colpiscono il nostro territorio, dimenticando le proprie esigenze per dare priorità assoluta ai bisogni degli altri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protezione civile, per chi la vive con questo spirito, è una grande scuola di umanità, capace di trasformare in azioni concrete e gesti puntuali e tempestivi di aiuto e di solidarietà l’amore alla vita, ad ogni vita da salvare e proteggere. In questo senso, il santo del Gargano è stato un grande educatore di uomini. Una lezione di umanità semplice, umile, nascosta, che non ama mostrarsi ma sa arrivare al momento giusto a chi ha bisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento