menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione degli eventi

La presentazione degli eventi

Con il 'Giordano in Jazz' concerti di alto livello. Gegé Telesforo: "E' il rinascimento foggiano"

Tra novembre e dicembre, 11 concerti in programma. Il Comune ha poi sottoscritto un protocollo d’intesa con il Distretto Produttivo Puglia Creativa per il consolidamento del network per la valorizzazione del Teatro Giordano

Il Comune di Foggia, per la prima volta al Medimex - il Salone dell'Innovazione Musicale in programma a Bari dal 29 al 31 Ottobre -, presenta una serie di iniziative originali e speciali all'interno dello spazio espositivo nr. 72 che per tre giorni diventa un vero network culturale. Lo spazio 72 del Padiglione Nuovo ha ospitato una conferenza stampa di presentazione del calendario degli 11 concerti del Giordano in Jazz che si svolgeranno a Foggia dal 11 novembre al 25 dicembre. Nell'ambito della conferenza stampa, inoltre, il Comune di Foggia ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il Distretto Produttivo Puglia Creativa per il consolidamento del network del Comune e la valorizzazione del Giordano in Jazz e del Teatro Giordano, splendido Tempio della Cultura del 1828, restituito alla città nel 2014, dopo 8 anni di silenzio. 

Max Mizzau Perczel, giornalista e senior advisor del CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche, nel coordinare l’incontro ed introdurre i temi legati alle iniziative culturali e musicali che l’Amministrazione sta mettendo in campo, in partnership con altre istituzioni, ha condotto un evento multimediale e sui social media con saluti in video di Susana Sawoff e di Helge Sunde, inteventi dal vivo di Raffaele Casarano, Carlo Di Cesare, Antonio Princigalli, Vincenzo Bellini e collegamenti via skype con Gege' Telesforo e Sara Jane Morris.

Durante la conferenza stampa sono stati rivelati i nomi di tutti gli artisti del cartellone del Giordano in Jazz, in calendario a Foggia, nelle suggestive location che il Comune ha individuato per l'occasione, dall’11 novembre al 25 dicembre 2015. Il primo concerto del “Giordano in Jazz” si svolgerà mercoledì 11 novembre al Teatro Giordano, a Foggia, alle 21, con i 7 elementi del trombettista, Christian Scott. I biglietti sono  in vendita su www.teatrogiordano.it e su Booking Show da lunedì 26 ottobre.

Ecco il programma completo nel dettaglio:

Domenica 15 novembre, alle 11, nella Sala Fedora: incontro Ermanno Basso  - Cam Jazz “Il Mercato discografico del jazz”; alle 12 concerto di Alessandro Lanzoni

Domenica 22 novembre, ore 11, Sala Fedora: incontro Riccardo Di Filippo – “Storia del jazz in vinile” (1); alle 21.30, al Teatro Giordano Concerto di Chihiro Yamanaka

Lunedì 23 novembre, ore 21.30, Sala Fedora: concerto Eumir Deodato (rassegna Lune..dì jazz - Moody jazz cafè)

Domenica 29 novembre, ore 11, Sala Fedora: Flavio Caprera presenta il Dizionario del jazz italiano e intervista Raffaele Casarano e Mirko Signorile; alle 12, concerto di Raffaele Casarano e Mirko Signorile

Lunedì 30 novembre, ore 21.30, Teatro Giordano: Concerto di Ron Carter

Sabato 5 dicembre, ore 21.30, al Teatro Giordano: concerto degli Incognito.

Domenica 6 dicembre, ore 11, Sala Fedora: incontro Riccardo Di Filippo – “Storia del jazz in vinile” (2)

Martedì 8 dicembre, ore 21.30, Teatro Giordano: Concerto degli Ensemble Denada

Venerdì 11 dicembre, ore 21.30, Teatro Giordano: Concerto di Susana Sawoff

Domenica 13 dicembre, ore 11, Sala Fedora: incontro Riccardo Di Filippo – “Storia del jazz in vinile” (3)

Domenica 20 dicembre, ore 11, Sala Fedora: Incontro con Alceste Ayroldi, Marco Tatarella, Marco Losavio – “Il jazz in Puglia”; alle 12: Concerto di Roberto De Nittis e Gaetano Partipilo (in attesa di conferma)

Martedì 22 dicembre, ore 20.30, Cattedrale di Foggia: Concerto Sarah Jane Morris & Ian Shaw

Giovedì 24 dicembre, ore 13, Isola Pedonale: “Auguritivo” di Natale Nicola Conte Dj Set

Venerdì 25 dicembre, ore 22, Piazza Cesare Battisti: Gran concerto Gospel di Natale con Patrick George & His People

Medimex, dunque, è il trampolino di lancio del fermento culturale di Foggia, tra Teatro e Musica, ricco di eventi straordinari raccontati con strumenti interattivi ed innovativi. Ma è stato anche l'occasione per i responsabili di "Giordano In Jazz" per stabilire contatti internazionali con addetti ai lavori di Russia, Cina e Corea. “Foggia ha dimostrato di premiare i nostri sforzi, tesi a regalare alla città un format culturale di altissimo livello, la scorsa estate. L'edizione invernale è un'occasione straordinaria per confermare il solidissimo legame tra la nostra città e il jazz, ma anche per portare in città moltissimi appassionati, richiamati dai grandi nomi in cartellone”, ha dichiarato Franco Landella, sindaco di Foggia

“La nostra ambizione, attraverso questo fitto programma, è che tutta la città si senta parte delle politiche culturali del Comune di Foggia, perché abbiamo messo i nostri concittadini al centro del progetto che si snoda intorno al jazz”, ha aggiunto l'assessore comunale alla Cultura, Anna Paola Giuliani. “Ci sarà grande musica con un cartellone selezionato dal Comune, in collaborazione con il Moody Jazz Cafè, ma porremo anche estrema attenzione alla comunicazione, con la campagna di social branding che ci consentirà di continuare a raccontare ciò che avviene in città a chi ci seguirà attraverso la Rete e i social, per stimolare conversazioni e interazioni con i nostri concittadini e con tutti gli amanti del jazz. Interagiremo con #iogiordano e #GinJ da @teatro_giordano e dalla pagina Facebook Teatro Umberto Giordano Official”, ha evidenziato Carlo Dicesare, dirigente alla Cultura del Comune di Foggia e responsabile delle attività realizzate nell’ambito del Teatro 2.0.

“Collaborato con convinzione alle iniziative del Teatro Giordano di Foggia - ha detto Loredana Capone, assessore all'industria turistica e culturale della Regione Puglia - e siamo convinti che la sua riapertura rappresenti un riscatto per la Puglia intera. Per otto anni la cultura è stata ferita, oggi, finalmente, questa ferita si è rimarginata e si apre una nuova pagina che darà ulteriore spinta alla crescita sociale ed economica del territorio. Ma non basta, la Regione Puglia ha scelto di collaborare anche alla fruizione del teatro. Perché i teatri sono un luogo fondamentale di aggregazione per le comunità e non potranno mai essere sostituti dalle nuove tecnologie, che pure sono indispensabili in un'ottica di crescita e promozione. Insomma, non rinunceremmo mai ad un concerto o a uno spettacolo per goderne su un mp3 o su un video online ma avremo la fortuna di poterlo rivedere mille e mille altre volte ancora grazie ai nuovi mezzi di comunicazione e diffusione”.

Per Antonio Princigalli, responsabile Puglia Sounds (che organizza Medimex): “Siamo veramente felici di ospitare per la prima volta il Comune di Foggia all'interno della nostra iniziativa, che è anche occasione di scambi, incontri e confronti con esponenti dell'industria musicale, con cui intavolare ulteriori progetti”. “Ciò che rende l'attività del Comune di Foggia davvero innovativa è la voglia di fare concretamente rete con altre realtà, pubbliche e private, a dimostrazione di una visione ampia e lungimirante, che potrà portare molto lontano” ha commentato Vincenzo Bellini, presidente del Distretto Produttivo Puglia Creativa che proprio in occasione del Medimex, durante la conferenza stampa, sottoscriverà un protocollo di intesa con il Comune di Foggia, che permetterà di consolidare e facilitare il processo di collaborazione con particolare riferimento al format culturale “Giordano in Jazz” ed alle attività di sviluppo culturale e creativo connesse con la valorizzazione del Teatro Giordano in ambito nazionale ed internazionale.

Un importante commento sulla capacità dell'Assessorato alla Cultura di Foggia di mettere in campo strumenti comunicativi all'avanguardia, Bellini l'ha fatta con grande soddisfazione dell'assessore Giuliani e del dirigente Dicesare: “La conferenza stampa di Foggia è la più innovativa a cui abbia assistito, grazie all'impiego dei collegamenti skype e della diretta streaming”. “La musica, come la scienza, è un linguaggio universale che unisce e nobilita gli uomini" afferma il professor Giuseppe Gigli, direttore Istituto di Nanotecnologia del CNR. "Studiare musica fin da giovani  apre gli orizzonti, stimola la creatività e la fantasia, aiutando ad individuare il giusto percorso nella vita. Mi associo alle istituzioni della Puglia nel sostenere iniziative culturali musicali educative come il Giordano in Jazz di Foggia per avvicinare i giovani al mondo della musica e alla consapevolezza dell’importanza dello studio”.

Per Antonio F. Logrieco, direttore dell'Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del CNR: “La musica, come la scienza, è uno strumento per rendere la società migliore e come gli scienziati, anche i musicisti, attraverso le loro idee, la loro immaginazione, la loro creatività, ma anche il loro rigore e il loro studio, offrono valori alternativi a tutti quei giovani che, in questi tempi, sono bombardati da troppi messaggi negativi. Mi associo alle istituzioni di Foggia e della Puglia nel sostenere iniziative culturali educative musicali come questa di oggi di presentazione del Calendario e concerti del Giordano Jazz Winter Edition di Foggia e delle altre iniziative del Comune con Medimex, le scuole e il Conservatorio e l'Accademia delle belle arti di Foggia insegnanti e studenti, il Distretto attività produttive Puglia creativa per aumentare la consapevolezza e la partecipazione dei giovani, e al tempo stesso, sull'importanza vitale di andare a scuola, vivere e studiare con passione anche la musica per un futuro migliore per loro e per tutti noi”.

Lusinghiere le parole che Gege' Telesforo e Sara Jane Morris hanno avuto nei confronti dell'attività dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e delle scelte musicali per il cartellone di "Giordano in Jazz". Telesforo ha definito la ripresa della proposta culturale del Comune come "rinascimento foggiano". Nel corso della conferenza stampa-evento, un prestigioso intervento di due grandi nomi del mondo musicale, Gino Castaldo ed Ernesto Assante che si sono fermati a salutare gli ospiti dello stand 72 e il loro amico Gegè Telesforo via skype.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento