'Musica nelle corti di Capitanata' ricorda il chitarrista e compositore Mauro Giuliani

L'iniziativa è promossa e curata dalla Fondazione Apulia Felix insieme con l'Associazione storico musicale "Mauro Giuliani" di Bisceglie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Giovedì 25 giugno a Foggia, nell'ambito della XIX edizione di 'Musica nelle corti di Capitanata', si terrà presso l'Auditorium Santa Chiara, una giornata dedicata al grande chitarrista e compositore protoromantico pugliese Mauro Giuliani. L'iniziativa è promossa e curata dalla Fondazione Apulia Felix insieme con l'Associazione storico musicale "Mauro Giuliani" di Bisceglie.

La manifestazione si aprirà alle 11 con l'esposizione storico documentaria di alcuni pezzi ed immagini provenienti dalla collezione di Nicola Giuliani, biografo nonché discendente della famiglia del musicista e proseguirà alle 17 con una conferenza storico musicologica a cura di Fabio Renato d'Ettorre, docente presso il Conservatorio di La Spezia.

Alle 21 è prevista la conclusione dell'iniziativa con il concerto - spettacolo "Vostro sincero amico", drammaturgia di Errico Centofanti, tratta dal libro "La Sesta Corda" di Nicola Giuliani, per i tipi di Levante Editori. Lo spettacolo comprende la narrazione affidata alle voci recitanti di Nicola Giuliani, che leggerà alcune lettere dell'epistolario di Mauro, di Michela Tanzi e di Nunzio Liso e musiche eseguite dagli allievi del Conservatorio di Foggia e di Rodi Garganico, con il coordinamento del maestro Carlo Biancalana.

Giuliani, nato a Bisceglie il 27 luglio 1781 e morto a Napoli il 7 maggio 1829, fu il musicista che per primo, all'inizio del XIX secolo, elevò la chitarra al rango di "classica" trasformandola da strumento utilizzato per musiche popolari oppure riservato alle esecuzioni da camera, ad elemento solistico per la grande orchestra, grazie al suo famoso concerto Opera 30, che ancora oggi è nel repertorio delle compagnie di tutto il mondo. Giuliani, che rappresentò per la chitarra quello che Chopin fu per il pianoforte e Paganini per il violino, negli anni del periodo viennese durato dal 1806 al 1819, collaborò con artisti del calibro di Beethoven, Weber, Hummel e Moscheles e poi in Italia con Rossini e con lo stesso Paganini. Egli segnò la strada per generazioni di artisti a venire che oggi, nei conservatori di ogni nazionalità studiano il suo famoso "metodo", l'Opera 1 edita nel 1812 dal più famoso editore viennese, Domenico Artaria.

L'indagine sulla biografia e sulla genealogia di Giuliani, suscitata negli anni '70 del Novecento dallo studioso americano Thomas Heck e che deve a Nicola, alcune delle ricerche più attente e puntuali, ha alimentato nel corso degli ultimi anni nuovi studi, arricchendosi di un non sopito interesse biografico e di letteratura musicale, con il contributo di vecchi e di nuovi ricercatori. Negli scorsi mesi, nella sua città natale, Bisceglie, a cura di Nicola Giuliani è stata anche inaugurata una Casa Museo dedicata al ricordo del grande musicista.

In merito recentemente sono anche stati organizzati due importanti eventi internazionali.

Infatti all'inizio di maggio, a Costanza, in Germania, si è tenuto un convegno organizzato dallo studioso Gerhard Penn sui recenti ritrovamenti biografici; a luglio a Petrer, presso Valencia, in Spagna, la diciottesima edizione del Festival Internacional de Guitarra Josè Tomas, diretto da Pepe Payà, rivolge quest'anno una particolare attenzione a Mauro Giuliani, proprio nella patria del suo grande rivale, il chitarrista Fernando Sor. Il Festival infatti ospita per tutta la sua durata una mostra proveniente dalla Casa Museo biscegliese, con documenti, immagini, spartiti, lettere e manoscritti, oltre alla chitarra Gennaro Fabricatore del 1804. Nell'occasione verrà anche presentato il nuovo libro di Nicola Giuliani in lingua spagnola, per Ediciones Piles, con nuove immagini e gli esiti delle ultime ricerche.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento