La Paisiello di Lucera riparte dai giovani talenti

La stagione 2016 degli Amici della Musica di Lucera, dopo la lunga pausa estiva, riprende sabato prossimo con due appuntamenti consecutivi.

Il giorno 5 e lunedì 7 le porte della sala "Paisiello" si riaprono per un novembre ricco di musica.

Questi primi due concerti sono dedicati ad alcuni dei migliori giovani artisti delle due sedi del Conservatorio "Umberto Giordano" di Foggia. Dalla sede centrale proviene Leone Monaco, allievo del maestro Domenico Monaco, un talento pianistico che comincia a farsi notare per la sua sicurezza tecnica e appassionata musicalità.

"Siamo felici di ospitarlo a Lucera - dice Elvira Calabria, presidentessa della Paisiello - dove ha già dato saggio delle sue capacità esecutive maturate grazie alla sapiente guida di un insegnante dalle straordinarie capacità artistiche e didattiche".

Il programma proposto dal giovane pianista prevede l'esecuzione delle 7 Variazioni su "God save the King" WoO 78 e la Sonata N. 8 Op.13 "Patetica" di Beethoven, mentre la seconda parte della serata sarà caratterizzata da brani di Chopin (Notturno Op.9 N.1, Mazurka Op.7 N.1, Polonaise Op.26 N.1, Polonaise Op.40 N.1, Scherzo N.2 Op.31).

Leone Monaco sarà alle prese con un programma quanto mai impegnativo per la profondità artistica delle pagine beethoveniane tra cui la celeberrima Patetica, e i brani chopiniani proposti dove la poesia, il virtuosismo e la cantabilità si legano in un connubio che apre alla Vita e all'arte soprattutto nelle mani di un giovane interprete che li affronta con lo slancio del primo fiorire della sua vita artistica.

Lunedì 7 novembre è la volta del duo composto da Manuel Padula (sax) e Luca Cocomazzi (pianoforte), che invece proviene dalla sede di Rodi Garganico del Conservatorio Giordano, anche se attualmente Padula sta completando il biennio di specializzazione cameristico presso il Conservatorio di Bologna.

"È un duo profondamente garganico - spiega Francesco Mastromatteo, direttore artistico degli Amici della musica - che nel suo modo di suonare esprime l'entusiasmo, i colori e il fascino timbrico di questa terra. Dopo tre anni di lavoro la qualità dell'intesa tra i due componenti si segnala per naturalezza e forte personalità artistica, per la capacità di affascinare il pubblico con scelte ricche di personalità e vigore tecnico ed interpretativo".

Anche per loro un programma quanto mai vario tutto incentrato sul mondo coloristico del sassofono, in modo particolare dal Concerto di Glazunov, alla Ballata di Tommasi, per finire a Gherswin e Piazzolla, i due giovani artistici regaleranno un viaggio stilistico all'insegna del più grande entusiasmo e della più imprevedibile varietà musicale.

Entrambi i concerti si terranno alle 20 (ingresso 19.30) nella Sala Paisiello, in Via Bozzini, 8.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

Potrebbe interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento