Foggia non dimentica viale Giotto. Il sindaco: "Un dolore che non potrà mai essere cancellato”

Deposta una corona di fiori al memorial del cimitero, dove riposano le 67 vittime del crollo: "Non vogliamo correre il rischio che ci si dimentichi di chi è morto per trascuratezze, o incuria, o imprudenza"

Un momento della commemorazione

Questa mattina il sindaco di Foggia ha deposto una corona di fiori al memorial presente all'interno del cimitero, dove riposano le vittime del crollo di viale Giotto. “Ogni volta che si avvicina la data dell’11 novembre si riacutizza in tutti noi un dolore che non potrà mai essere cancellato”, spiega.

Queste le parole del primo cittadino: “Il dolore per la dipartita di quei 67 foggiani scomparsi in pochi istanti, tutti assieme, per il crollo di quelle mura che avevano rappresentato, fino ad un attimo prima, la loro casa, lo scenario delle loro vicende umane e familiari. Un ricordo che dobbiamo trasmettere anche a quelli che non hanno vissuto direttamente quella tragedia - perché parenti, amici o perché soccorritori o spettatori - in quei giorni drammatici. Perché non vogliamo correre il rischio che ci si dimentichi di chi è morto per trascuratezze, o incuria, o imprudenza, e perché vogliamo che la nostra città sappia sempre onorare le vittime dei lutti che l’hanno colpita”.

VIALE GIOTTO: IL RICORDO DELL'11 NOVEMBRE 1999

Franco Landella sottolinea l'importanza di questa ricorrenza : “Chi pensa che il tempo debba pian piano stemperare l’impegno istituzionale ma anche quello della cittadinanza nelle cerimonie di commemorazione sbaglia. Questi appuntamenti annuali devono restare a futura memoria degli scomparsi e a continuo sprone del senso di responsabilità di chi si occupa della sicurezza delle abitazioni e dei valori ideali e religiosi che ci fanno rispettare e onorare la memoria dei nostri cari che sono defunti.

Conclude il sindaco: "Alle vittime va sempre il nostro pensiero commosso. Ai familiari, il sostegno morale per le gravi perdite sofferte: la ferita nel cuore della città non si rimarginerà mai, ma insieme, il dolore può essere lenito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento