Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla ricerca del pensiero eretico, dall'arte allo spettacolo fino a Papa Francesco: "Nuove proposte per guarire il pianeta"

Dopo la spettacolare anteprima con la performance di Stefano Massini, ha preso il via ufficialmente il Festival delle Idee organizzato dalla Fondazione Monti Uniti

 

È sicuramente l'edizione più importante, per i mille significati che custodisce. Lo conferma uno degli eloquenti slogan di Colloquia XII: "La cultura non si ferma". Ci ha provato il Covid a 'imbavagliare' il festival delle idee organizzato dalla Fondazione Monti Uniti, che da oltre un decennio rappresenta uno degli appuntamenti culturali più prestigiosi in programma nella città di Foggia. Non ci è riuscito. Malgrado le difficoltà, Colloquia c'è, pur con uno slittamento temporale, dal consueto appuntamento primaverile a quello autunnale. 

Resta invariato il tema previsto sin dall'inizio, quello del pensiero eretico. Eresia, da analizzare e contestualizzare nella sua accezione positiva. Il pensiero eretico può essere una risorsa, "può aiutare a trovare delle soluzioni ai problemi immensi di questo periodo storico estremamente confuso e problematico", come ha dichiarato il presidente della Fondazione Aldo Ligustro

A fare da 'padrone di casa' è ancora una volta il giornalista Gad Lerner, alla terza partecipazione come conduttore del Festival. A proposito di pensiero eretico, il giornalista nativo di Beirut cita il più insospettabile di tutti, Jorge Mario Bergoglio, il cui ruolo di pontefice ne farebbe il garante dell'ortodossia delle dottrine, "e invece, da dove meno te lo aspetti ecco arrivare una diagnosi e una proposta eretiche cambiare vita e guarire il pianeta". 

Nel suo 'Laudato si'' Papa Francesco formula due pensieri eretici: "È arrivata l’ora di accettare una certa decrescita in alcune parti del mondo procurando risorse perché si possa crescere in modo sano in altre parti”. Ancora più pesante la seconda: “La tradizione cristiana non ha mai riconosciuto come assoluto e intoccabile il diritto alla proprietà privata”. "Ben pochi economisti, ben pochi politici prendono sul serio idee del genere. Per approfondirle servono gli eretici, persone libere che hanno scelto di stare ai margini del sistema". 

E sulla pandemia, ne usciremo davvero migliorati: "La storia ci dice il contrario. L'Italia viveva già una eclissi, demografica ed economica". La soluzione è affidarsi alla saggezza e coltivando la sua maggiore fortuna, l'apertura e lo sfruttamento della ricchezza che deriva dagli scambi del mare. 

Più caustico e sintetico il pensiero di Oliviero Toscani, uno dei grandi ospiti di questa edizione di Colloquia. Il celebre fotografo l'Italia della pandemia la immagina come un enorme barcone: "Siamo tutti su un grande barcone". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento