Non solo il calcio: ecco il corto che esalta i campioni foggiani e lancia un messaggio alla comunità

Presentato alla Città del Cinema, il cortometraggio di Andrea Castriotta e Carlo Della Pace. Sette scenette per porre l'attenzione sui temi sociali e rivendicare la giusta visibilità per gli altri sport

C’è la campionessa mondiale di scherma che affetta la polenta con la sua sciabola in una nota ìscagliozzeria', il campione di kick boxing che salva un bimbo dalle grinfie dei bulli, il capitano della squadra di baseball che piazza un ‘fuori campo’ con una palla di carta, e catechizza il cittadino sporcaccione che l’aveva gettata. E poi ancora il pugile olimpionico che libera uno scivolo per disabili occupato da un automobilista incivile, il rugbista che con un placcaggio atterra un borseggiatore o il campione di corsa campestre che rincorre un adulto che aveva appena abbandonato un cucciolo di cane. Questo e altro in 4 minuti e 40 secondi di cortometraggio, dal titolo inequivocabile ‘A Fogge, nen esist’ sckitt’ u pallon’ (A Foggia non esiste solo il pallone, per chi è poco pratico con il foggiano).

Sport e sociale, un connubio perfetto che in poche scenette vuol mandare, riuscendoci, due messaggi. Perché in una città a forte vocazione pallonara, c’è anche chi riesce nella propria disciplina a tenere alti i colori di una nazione della sua città. Risultati anche più prestigiosi di quelli ottenuti dalla squadra di calcio. Ma, sia chiaro, non è una gara a chi fa meglio, solo una richiesta di maggiore – e meritata – visibilità. Perché una medaglia d’oro di scherma o un titolo mondiale di kick boxing meritano ugualmente di essere celebrati. Sono eccellenze che danno lustro a una città.

A questo si aggiunge il messaggio di carattere sociale: perché i protagonisti del corto ideato da Andrea Castriotta e Carlo Della Pace, si affrontano, seppur in chiave ironica, tematiche tutt’altro che leggere, come il bullismo, lo scarso senso civico di tanti cittadini, l’inclusione dei diversamente abili, l’abbandono degli animali. Martina Criscio, Michael Zingaro, Renato Dal Maso, Ciro Fabio Di Corcia, Antonio Catallo, Valerio Iacovelli e Gabriele Mascaro, i campioni foggiani che si sono prestati, insieme agli attori foggiani Giuseppe Gaeta e Fabio Conticelli, a una simpatica iniziativa, presentata ieri alla città del Cinema, alla presenza del ‘padrone di casa’ Mimmo Morsuillo e dell’assessore alla cultura Anna Paola Giuliani. Il video, presentato in anteprima, è piaciuto e molto ai tanti presenti all’evento, e sarà visibile a partire dal 25 dicembre su youtube: sette scenette che mettono in risalto sport minori che poi minori non sono, e nel contempo invitano i foggiani a un maggior rispetto degli altri e di se stessi.   

A Foggia non esiste solo il pallone 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento