rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Eventi

Foggia celebra la chiusura dopo 16 anni di Matilda, la casa editrice di Donatella che ha dato lustro alla città

Il 7, 8 e 9 marzo si celebra la chiusura della casa editrice foggiana di Donatella Caione nata nel 2016 dall'evoluzione della Casa Editrice Mammeonline, a sua volta nata nel 2004

Per una serie di motivi, collegati sia a motivazioni personali dell'editrice che alle difficoltà create dalla pandemia, Matilda Editrice, la casa editrice foggiana di Donatella Caione nata nel 2016 dall'evoluzione della Casa Editrice Mammeonline, a sua volta nata nel 2004, nel 2022 chiude l'attività. Matilda Editrice e la Biblioteca la Magna Capitana, in collaborazione di alcune associazioni culturali della città (Lions Club Foggia Arpi, Donne in Rete, La Merlettaia, Parco Città), hanno deciso di celebrare la chiusura con una serie di incontri il 7, 8 e 9 marzo, rivolti ad alcune classi di scuole di Foggia e Manfredonia e un incontro rivolto alla cittadinanza, in modo da concludere Il viaggio di Matilda (contro stereotipi e discriminazioni) con bambine e bambini, insegnanti, operatrici ed operatori con cui in questi 18 anni ha condiviso passione, impegno, voglia di fare.

L'intervista a Donatella Caione

Come? Attraverso i libri naturalmente, ed insieme ad alcune autrici che hanno dato un apporto importante all'attività della casa editrice. Ci saranno Luisa Staffieri, scrittrice foggiana, Maria Grazia Anatra, Giuliana Facchini ed Annamaria Piccione. Le autrici saranno protagoniste degli incontri con le classi ed interverranno ai due eventi dell'8 marzo in biblioteca, durante i quali saranno donati i libri, da loro scritti, a bambine e bambini e a chi interverrà. Insomma concludere con un dono alla città, di libri e di parole, è sembrato il modo più opportuno di celebrare la chiusura. Ulteriore dono è quello che farà il Lions Club Foggia Arpi al BiblioCep e alla scuola Vittorino da Feltre. Dove? Nelle scuole ed in biblioteca, i luoghi in cui soprattutto i libri sono stati letti, guardati, amati. Ma soprattutto nella Biblioteca la Magna Capitana che ha permesso alla città di far nascere e crescere elementi e competenze della filiera del libro per l'infanzia e l'adolescenza e fra queste l'attività di Matilda Editrice.

Perché l'8 marzo, la giornata internazionale delle donne? Perché l'attività editoriale di Matilda Editrice si è sviluppata soprattutto per contrastare gli stereotipi di genere dalla prima infanzia e la violenza contro le donne, credendo fortemente nell'importanza di dover aumentare la consapevolezza delle bambine/ragazze e il rispetto dei bambini/ragazzi, dando un contributo per cercare di superare tutti i pregiudizi che limitano entrambe ed entrambi. A riflessioni su questo tema sarà dedicato l'incontro aperto alla cittadinanza che si terrà l'8 pomeriggio presso l'auditorium della Magna Capitana. Gemma Pacella, Donata Glori e Lina Appiano dialogheranno con le autrici e l’editrice: Annamaria Piccione, Luisa Staffieri, Maria Grazia Anatra e Donatella Caione.

Modererà Milena Tancredi, responsabile Biblioteca dei Ragazzi della Magna Capitana. Ci saranno i saluti di Gabriella Berardi, direttrice della Magna Capitana, Gloria Fazia del Lions Club Foggia Arpi e Rita Amatore, referente di Parco Città. Al termine dell’incontro sarà inaugurata la mostra con le illustrazioni degli albi illustrati di Matilda Editrice, le sculture di carta di Luisa Staffieri e le fotografie di Teresa D’Agnessa. La mostra potrà essere visitata dall'8 al 25 marzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia celebra la chiusura dopo 16 anni di Matilda, la casa editrice di Donatella che ha dato lustro alla città

FoggiaToday è in caricamento