menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cerimonia

La cerimonia

Da 168 anni vicini alla gente. Festa della polizia ai tempi del Covid-19: "Impegno rinnovato nel clima di paura"

Sobria cerimonia in piazza Italia, a Foggia. "Un pensiero particolare alle vittime della pandemia e a coloro che stanno soffrendo a causa della malattia. Anche tra le fila dei poliziotti il contagio ha portato lutti e sofferenze" 

Ricorre oggi il 168° anniversario della fondazione della polizia di Stato. Questa mattina, a Foggia, lo svolgimento di una celebrazione molto sobria, a causa dell’attuale emergenza epidemiologica in atto, svolta nella centrale piazza Italia, alla presenza del prefetto Raffaele Grassi e del questore di Foggia, Paolo Sirna.

Questore e prefetto hanno deposto una corona di alloro al Monumento ai Caduti, osservando un minuto di silenzio in onore di tutti gli appartenenti della polizia deceduti nell’adempimento del proprio dovere. In questo momento difficile per la collettività foggiana, la polizia rinnova il suo impegno a favorire la connivenza civile e il rispetto della legalità per il bene comune.

Gli uomini e le donne della polizia continuano ad assicurare la propria presenza sulle strade, fornendo soccorso e assistenza alla popolazione che sta vivendo una situazione eccezionale, connotata da incertezza, paura e preoccupazione. Un pensiero particolare va alle vittime della pandemia e a coloro che stanno soffrendo a causa della malattia nonché a tutti i loro familiari. Anche tra le fila dei poliziotti e dei loro congiunti il contagio ha portato lutti e sofferenze. 

"Non è questo il momento di fare il resoconto dei risultati conseguiti nell’ultimo anno, ma è comunque l’occasione per ringraziare l’operato di tutti i poliziotti che ogni giorno si impegnano nel proprio lavoro a tutela della libertà, della giustizia e della sicurezza pubblica, profondendo il massimo sforzo nella lotta a qualsiasi forma di illegalità e di criminalità", spiegano dalla questura.

"Questo è anche il tempo della condivisione e del recupero dei più nobili valori della collettività, che sa riconoscersi nel suo carattere identitario di comunità solidale, collaborativa e paziente. Ecco perché la polizia di Foggia raccomanda la cittadinanza ad osservare le vigenti prescrizioni per evitare il diffondersi di ulteriori contagi e rammenta che, durante le imminenti festività pasquali, i servizi di vigilanza e di controllo saranno implementati a tutela della salute pubblica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento