Violenza domestica, attivo servizio di ascolto e trattamento per uomini in cambiamento

Al via un nuovo servizio sperimentale per l'associazione foggiana "Impegno Donna", che da anni si occupa di prevenzione e contrasto a ogni forma di discriminazione, abuso e violenza di genere e sui minori

Immagine di repertorio

Contro la violenza domestica. Al via un nuovo servizio sperimentale per l’associazione foggiana “Impegno Donna”, che da anni si occupa di prevenzione e contrasto a ogni forma di discriminazione, abuso e violenza di genere e sui minori e gestisce il Centro antiviolenza Telefono Donna.

“Si tratta del progetto ‘Uomini oltre la violenza’ – spiegano dall’associazione – un servizio che si propone come un luogo per gli uomini che agiscono con violenza fisica, psicologica, economica o sessuale con le proprie compagne, mogli, partner o ex. Quando gli uomini nelle relazioni affettive usano il loro potere per ferire, punire e controllare il diritto di donne e bambini di vivere liberi e sicuri, oltre ad offrire protezione alle vittime è importante dare una restituzione rispetto all’illegittimità del comportamento violento al maltrattante e spingerlo ad assumersi le responsabilità rispetto alla scelta di usare violenza”.

Il servizio, realizzato grazie a un’équipe multidisciplinare di psicologi, psicoterapeuti e criminologi con una formazione specifica sui temi della violenza domestica, intende stabilire rapporti di collaborazione con i Centri antiviolenza operanti sul territorio per assicurare sostegno, informazione e accoglienza alle vittime; stabilire rapporti di collaborazione con i servizi invianti come i Tribunali, la Questura; fornire formazione e aiuto nello sviluppo di linee guida e lavorare per aumentare la consapevolezza pubblica rispetto alla violenza, intervenendo anche con sensibilizzazioni mirate.

“Il servizio – sottolineano gli operatori – offre la formazione di gruppi per uomini che sono stati violenti e controllanti verso i membri della famiglia e ora vogliono cambiare. I partecipanti parlano, condividono informazioni, si confrontano e si sostengono a vicenda per essere uomini, partner e padri migliori. Al primo contatto telefonico possiamo proporre almeno due incontri conoscitivi in modo che la persona possa raccontarci la situazione e il proprio comportamento e cosa intende fare rispetto al cambiamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Poi, si procede con il contattare la partner, per offrire sostegno – come previsto dalle linee guida “Daphne II Project 2006” per lo sviluppo di standard per i programmi con uomini perpetratori di violenza – e si danno informazioni sul servizio. Se l’uomo maltrattante risulterà idoneo, potrà partecipare alle nostre sessioni settimanali e lavorare con altri uomini che vogliono cambiare il loro comportamento e la vita delle loro famiglie”. È possibile contattare il servizio al numero 392.2463806, previo appuntamento il lunedì e mercoledì mattina, dalle 9.00 alle 12.00.  Resta sempre attivo il servizio gratuito e riservato per le donne vittime di violenza domestica, al numero 0881.772499.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento