Ecco la mostra sulla ‘Grande Guerra’: documenti, cimeli, divise e foto d’epoca a Palazzo Ripandelli

All’allestimento della mostra, che è stata realizzata dal Comando Militare Esercito Puglia (CME) in sinergia con il Comune di Candela, hanno contribuito le famiglie Candelesi, i collezionisti privati Franco Tria e Piero Violante oltre ai modellisti storici Luigi Ferri e Luigi Iacomino

E’ stata inaugurata ieri mattina, nella storica cornice di palazzo Ripandelli, la mostra “La Grande Guerra. Fede e Valore”. Alla cerimonia di taglio del nastro era presente una folta rappresentanza della cittadinanza e degli studenti Candelesi di ogni ordine e grado.

L’esposizione, accurata e di grande interesse, oltre ai roll up editi dallo Stato Maggiore dell'Esercito, che raccontano in maniera chiara e sintetica i tragici eventi che contraddistinsero l'intero periodo bellico, propone documenti e cimeli, divise e fotografie d’epoca - riproduzioni in scala dei mezzi impiegati e scritti originali di Combattenti al fronte rivolti alle loro famiglie.

All’allestimento della mostra, che è stata realizzata dal Comando Militare Esercito Puglia (CME) in sinergia con il Comune di Candela, hanno contribuito le famiglie Candelesi, i collezionisti privati Franco Tria e Piero Violante oltre ai modellisti storici Luigi Ferri e Luigi Iacomino.

E’ un’esposizione che fa riflettere e toccare con mano i sacrifici dei nosti avi, i cui nomi abbiamo voluto ricordare nel percorso espositivo" ha dichiarato il Sindaco Gatta durante il suo intervento.

Tra gli intervenuti il professor Nicola Neri, docente di Storia militare presso l'Università "Aldo Moro" di Bari e la professoressa Donata Melchionna, consigliere comunale con delega alla cultura, ha moderato il Maggiore Mauro Lastella, capo sezione pubblica Informazione del CME.

Il Comandate Territoriale dell'Esercito in Puglia, Generale di Brigata Giorgio Rainò ha espresso grande soddisfazione per la sinergia instaurata con il Comune auspicando una collaborazione sempre più viva tra Esercito e Istituzioni locali.

La cerimonia è stata preceduta con gli onori ai Caduti e con la deposizione di corona d'alloro dinanzi al monumento a Loro dedicato. A rendere ancora più toccante il momento il canto del Piave intonato dalla viva voce degli studenti dell'Istituto Comprensivo "Papa Giovanni Paolo II" di Candela.

La mostra che ha già superato le 400 richieste di visita di scolaresche e gruppi organizzati sarà aperta dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 fino a domenica 24 febbraio, con ingresso libero e gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento