Eventi

Al via la campagna sociale 'Dona un libro': a caccia di idee, libri e dintorni

Ripartire dai bambini prime vittime di questa società

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il Dipartimento Tutela Vittime si occupa di tutti gli esseri umani che hanno visto leso un proprio diritto. Vittime spesso inascoltate, stritolate dal sistema e dalla burocrazia. Sistema che non è in grado di mettere sullo stesso livello il bene leso ed il risarcimento per quanto è stato sottratto e spesso irrecuperabile. …Vittime della società insensibile sono in primis i bambini. Si stima che nel nostro paese gli italiani indigenti siano circa 4 milioni. In tale situazione di crisi e di allarme sociale l’emergenza infanzia deve trovare adeguati programmi di supporto per contrastare povertà ed esclusione sociale. Per contrastare qualsiasi fenomeno di violenza diretta verso i minori il Dipartimento Tutela Vittime si occupa di porre all’attenzione sia della politica sia della società tematiche come la pedofilia, la sindrome da alienazione parentale, bullismo e cyberbullismo con la finalità del contrasto alle stesse nell’ottica di costituire uno spazio nel quale la tutela dei minori trovi applicazione pratica e sempre più diffusa. "Per tutto il mese di ottobre con il Progetto  “DONA UN LIBRO” il Dipartimento Tutela Vittime intende ripartire dalla cultura, base fondante della nostra società, seme che va coltivato già dall’infanzia. Del resto i bambini di oggi saranno gli adulti di domani, ed hanno il diritto sacrosanto di crescere oggi in una società migliore che si occupi di assicurare loro uno sviluppo emotivo e cognitivo equilibrato. Donare un libro non costa nulla, è un gesto semplice che ha il potere di arricchire qualcun altro di qualcosa di molto utile." Afferma Tizina Montinari Responsabile Nazionale.  Per info e per donare  libri nuovi o usati purché in buono stato tutelavittimefg@hotmail.com . Il frutto delle donazioni dei cittadini più generosi verrà destinato alle Banche del libro ed ai centri di raccolta Caritas presenti sul territorio, con la certezza di poter dare con questa iniziativa un contributo all’infanzia non risolutivo ma certamente di grande spessore.

"Al termine del progetto sarà  organizzato un incontro-dibattito sulla condizione dei minori nell’epoca dei social network; chi fosse interessato a collaborare può utilizzare il nostro indirizzo email oppure visitare la nostra pagina Facebook. Come dice qualcuno ci preoccupiamo di ciò che un bambino diventerà domani, ma ci dimentichiamo che lui è qualcuno oggi"  dichiara Antonella Zuppa Referente Provinciale del Dipartimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la campagna sociale 'Dona un libro': a caccia di idee, libri e dintorni

FoggiaToday è in caricamento