Il Cai Alessandria sulle cime più alte di ogni regione: Mattia, 7 anni, sale sul Monte Cornacchia

La sezione foggiana del Club Alpino Italiano ha accompagnato due soci piemontesi in un’escursione sui Monti Dauni. Ferdinando Lelario: “Abbiamo accolto con piacere l’iniziativa della sezione piemontese, che celebra i 90 anni dalla nascita”

Un momento dell'escursione

Lo scorso 17 giugno, il CAI Foggia ha organizzato un’escursione domenicale sui Monti Dauni dal Rifugio Casonetto a Monte Cornacchia.  L’iniziativa è stata realizzata per accompagnare sulla cima più alta della Puglia due soci del CAI di Alessandria, Rosario Mazza e il piccolo Mattia di 7 anni, suo figlio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sezione di Alessandria ha deciso infatti, nell’arco dell’anno, di raggiungere le cime più alte di ogni regione, con alcuni suoi soci, in un abbraccio simbolico che unisce e comprende tutta l’Italia, dalle maestose cime delle Dolomiti all’Etna e a tutte le altre diffuse lungo il territorio, senza distinzioni o graduatorie. “Abbiamo aderito con piacere all’iniziativa del CAI Alessandria, che celebra i 90 anni dalla nascita – spiega il presidente del CAI Foggia, Ferdinando Lelario - e abbiamo scelto di raggiungere Monte Cornacchia partendo dal rifugio Casonetto del CAI, a 3 km da Castelluccio Valmaggiore. Si sono uniti a noi anche due soci del CAI Asti e un socio del CAI Cernusco, che avevano letto sul nostro sito di questa escursione. Abbiamo percorso un bellissimo anello che, dopo aver raggiunto Monte Cornacchia, con foto e scambio di gagliardetto e ricordi, ci ha fatto passare per Lago Pescara, lo specchio d'acqua dolce naturale più grande della Puglia, di grande valore naturalistico e paesaggistico. Abbiamo attraversato un bosco caratterizzato da cerri imponenti, dove si trova il Parco Avventura di Biccari, per poi, attraverso il sentiero dedicato al beato Pier Giorgio Frassati, ritornare al Rifugio Casonetto. Qui dopo aver messo in comune le cose da mangiare abbiamo brindato a questa bella idea del CAI Alessandria, che ha permesso questi molteplici incontri e soprattutto al piccolo Mattia, che con la sua tenacia e il suo entusiasmo fa ben sperare per il futuro del CAI”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento