Assoenologi di Puglia Basilicata e Calabria: i nuovi vertici

I NUOVI VERTICI DI ASSOENOLOGI DI PUGLIA CALABRIA E BASILICATA. Come avviene ogni 3 anni, si è rinnovato ieri presso la sede del CRA di Turi a Bari (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura) il vertice dell’Associazione enologi ed enotecnici di Puglia, Basilicata e Calabria. Un nuovo organico che si contraddistingue da un lato per la continuità e dall’altro per l’apertura al rinnovamento con l’inserimento tra i consiglieri di giovani e, per la prima volta, di donne.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Come avviene ogni 3 anni, si è rinnovato ieri presso la sede del CRA di Turi a Bari (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura) il vertice dell'Associazione enologi ed enotecnici di Puglia, Basilicata e Calabria. Un nuovo organico che si contraddistingue da un lato per la continuità e dall'altro per l'apertura al rinnovamento con l'inserimento tra i consiglieri di giovani e, per la prima volta, di donne.

L'assemblea degli associati, riunitasi in seduta ordinaria giovedì 21 Marzo, ha proceduto al rinnovo del comitato di sezione dell'Assoenologi Interregionale sezione Puglia Calabria e Basilicata eleggendo il nuovo Presidente nella persona di Massimiliano Apollonio, enologo dell'omonima azienda vinicola di Monteroni (LE), mentre la cariche dei due Vice Presidente sono andate a Luigi Cantatore della Cantina Sociale di Barletta e Riccardo Lonigro già segretario della Sezione Interregionale e consulente tecnico.

La carica di segretario è andato a Massimo Tripaldi consulente enologo Cantina Soloperto e Taurino (TA). Leonardo Palumbo, direttore tecnico Cantine Rivera, è confermato consigliere nazionale.

I nuovi e giovani consiglieri che sono entrati in Assoenologi sono: Laura Minoia Cantina Tormaresca (LE) - Luca Petrelli Cantina Rubino (BR) - Antonella Briglia Cantina Masseria Duca d'Ascoli (FG).

Prima di sciogliere la seduta, il neopresidente Massimiliano Apollonio ha ringraziato l'assemblea per la fiducia e, a nome di tutti i presenti, ha ringraziato il presidente uscente Leonardo Palumbo per il suo operato negli anni scorsi. Concludendo, il presidente Apollonio ha illustrato alcune linee programmatiche e proposte operative volte ad attuare un potenziamento della professionalità degli enologi e degli enotecnici, per una maggiore competitività sul piano dell'eccellenza vitienologica in Puglia, Basilicata e Calabria.

Il nuovo consiglio

Antonella Briglia Masseria Duca d'Ascoli (FG)- Felice Cota Cantina Sociale San Severo (FG)- Sergio Paternoster Cantina Paternoster (PZ)- Antonio Zaffina consulente enologo per la Calabria- Leonardo Palumbo Direttore Tecnico Rivera (BA)- Riccardo Lonigro consulente tecnico di Rutigliano (BA) - Luigi Cantatore Cantina Sociale di Barletta (BA) - Benedetto Lorusso consulente enologo (BA) - Angelo Soleti cantina Upal (BR)- Luca Petrelli Tenuta Rubino (BR)- Massimiliano Apollonio Casa vinicola Apollonio (LE)- Laura Minoia Cantina Tormaresca (LE)- Leonardo Sergio Direttore Tecnico Gruppo Italiano Vini (LE)- Antonio Mancino consulente enologo (TA)- Segretario: Massimo Tripaldi consulente enologo Cantina Soloperto e Taurino (TA).

Sede

CRA - Unità di ricerca per l'uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo

Via Casamassima 148

70010 Turi BA - Tel 080.8911822 Fax 080.8911925

e-mail: sezione.pugliabascal@assoenologi.it

Associazione Enologi Enotecnici Italiani

I nostri Obiettivi

L'Associazione Enologi Enotecnici Italiani - Organizzazione nazionale di categoria dei tecnici vitivinicoli - Assoenologi si propone, senza fini di lucro e nel rispetto del principio della mutualità, la tutela professionale dell'enologo e dell'enotecnico e dei tecnici del settore vitivinicolo in generale sotto il profilo sindacale, etico, giuridico ed economico, e di rappresentare la categoria a tutti i livelli.

L'Assoenologi si propone inoltre di promuovere l'aggiornamento tecnico dei soci con pubblicazioni, convegni, seminari ed altri mezzi idonei. Inoltre di tener desto lo spirito associativo e di solidarietà tra gli enologi e gli enotecnici ed i tecnici vitivinicoli con incontri, riunioni, pubblicazioni, convegni e similari, nonchè svolgere tutte quelle attività o iniziative che si ritengono necessarie all'interesse mutualistico dei soci.

Un altro scopo primario dell'Assoenologi è quello di operare per il miglioramento e la tutela della produzione vitivinicola nazionale e per la sua valorizzazione e diffusione in Italia e all'estero partecipando a comitati e commissioni ministeriali e proponendo ai competenti uffici obiettive considerazioni e risoluzioni.

L'Assoenologi ha rappresentanti ufficiali al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, al Comitato nazionale vini e al Tavolo di filiera vitivinicola del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, all'Union Internationale des Oenologues, all'Organisation internationale de la vigne et du vin.

Non da meno, l'Associazione Enologi Enotecnici Italiani si propone di fornire ai propri associati una serie di servizi professionali di tutta considerazione che sviluppa principalmente attraverso i suoi uffici: informazioni, legale, fiscale, sicurezza del lavoro.

Non vanno poi dimenticati i servizi editoriali, assicurativi e la banca dati del lavoro.

www.assoenologi.it

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento