rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Eventi

Al via “Mille di queste notti” in riva al lago con “Shakespeare ai contadini”. Martedì 30 luglio 2019

Piccolo viaggio con la poesia in cuffia, aperitivo contadino, concerto “Lei e lui. Note sul lago”, street food delle nonne e spettacolo teatrale “Lenòr” con Nunzia Antonino.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sarà “Shakespeare ai contadini”, la seconda edizione del felice connubio tra Bottega degli Apocrifi e Vazapp sostenuto dalla Regione Puglia, a dare il via a “Mille di queste notti 2019”. Martedì 30 luglio l’ex Idroscalo Ivo Monti sul Lago di Varano – luogo immaginifico e carico di meraviglia – aprirà dopo anni i suoi cancelli per ospitare la prima delle quattro giornate dedicate a musica, teatro, arte ed enogastronomia accomunate dal claim “Lancia il sasso e fai vedere le mani”: un invito ad andare fino in fondo, a sostenere le proprie scelte, a mostrarsi per quello che si è.

Ad accogliere il pubblico (massimo 200 persone) sarà il nuovo Anfiteatro del Grano costruito con le balle di paglia da designer, architetti e restauratori di Vazapp e da quanti avranno partecipato alla co-realizzazione di #WeAreInPaglia. Si parte alle 19.00 con “Silent Shakespeare”, un piccolo viaggio con la poesia in cuffia che farà immergere i presenti in un’atmosfera sospesa nel tempo e nello spazio. A seguire l’aperitivo contadino che permetterà di incontrare i saperi e i sapori della nostra terra, perché anche il cibo – come la musica, la danza e il teatro – è un’arte. Il cibo è la poesia con cui la terra risponde all’atto d’amore di chi la coltiva. Alle 20.30 spazio alla musica con il “Lei e lui. Note sul lago”, lo spettacolo internazionale con Lucija Majstorovic (pianoforte) e Vincenzo Starace (viola). Nata a Zagabria lei, sul Gargano lui. Pianista lei, Violista lui. Lei ambasciatrice dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e considerata tra le più promettenti interpreti croate della musica contemporanea; lui in tournée nelle più importanti sale delle capitali europee con l’Orchestra da Camera di Mantova, Europe Philarmonic Orchestra, Ezio Bosso. Lei e lui insieme sulla riva del lago per celebrare la festa della musica sotto le stelle. E sempre sotto le stelle andrà in scena lo Street Food delle nonne a cura delle donne anziane di Cagnano Varano, che custodiscono le storie di sapori più belle che si possano ascoltare. Saranno loro ad affiancare lo chef Mario Falco nella preparazione e nella narrazione dei prodotti e delle storie a chilometro vero. La prima giornata di “Mille di queste notti” si concluderà con lo spettacolo teatrale “Lenòr” di Enza Piccolo, Nunzia Antonino e Carlo Bruni.

Con alle spalle più di duecento repliche, ospite di festival internazionali e di teatri prestigiosi (Asti Teatro, Arzo, l’Elfo di Milano, il Nuovo di Napoli), “Lenòr” è un solo teatrale di grande impatto emotivo interpretato da Nunzia Antonino e dedicato alla straordinaria vita della rivoluzionaria napoletana del Settecento Eleonora de Fonseca Pimentel. La regia è di Carlo Bruni, attore e regista, già direttore del Teatro Piccinni e del Kismet di Bari e attuale direttore artistico del Teatro Garibaldi di Bisceglie. Portoghese d’origine, napoletana d’adozione, Eleonora fu poetessa, scrittrice e una delle prime donne giornaliste in Europa, combatté sino al patibolo la volgarità e l’inganno, l’ignoranza e la barbarie. Una figura decisiva per la storia del nostro paese e in particolare del sud.

Protagonista nei moti partenopei del 1799 e di quell’effimera repubblica meridionale, condusse un’esistenza esemplare, appassionata e faticosa, che ci parla ancora oggi, con grande forza, di libertà e giustizia, di amore e dignità. Gli straordinari sommovimenti che stanno mutando il profilo del mondo arabo, la crescente indignazione che anima i movimenti europei, il disagio che attraversa l’Italia, disegnano un panorama in cui la storia di questa donna, insieme a quella di molti suoi compagni di viaggio, sembra collocarsi perfettamente. “Mille di queste notti” è un progetto composito ideato da Bottega degli Apocrifi e Vazapp. Direzione artistica Cosimo Severo e Stefania Marrone. Ideazione spazi e comunicazione a cura di Terra Terra Soc. Cooperativa. Installazioni artistiche e interventi sul lago di Francesco Petrone e Santo Alessandro Badolato. Staff tecnico e realizzazione tecnica a cura di Mottola Solutions. Al suo interno “Shakespeare ai contadini” è sostenuto dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare iniziative riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche. FSC – Fondo Sviluppo e Coesione 201472020 – Patto per la Puglia; “aMareTerraMia” è realizzato in collaborazione col Parco Nazionale del Gargano, a testimoniare come investimento pubblico e privato, se coordinati, possono diventare moltiplicatori di bellezza. Per partecipare a “Mille di Queste Notti 2019” acquista qui i tuoi tickets: http://bit.ly/2JIpGiO Info e prenotazioni: 0884.532829 – 335.244843 | bottegadegliapocrifi@gmail.com Ingresso spettacoli intera serata + aperitivo € 15,00 Ingresso spettacoli intera serata under 12 + aperitivo € 11.00 SERVIZIO BUS NAVETTA DALLA CITTÀ DI FOGGIA, MANFREDONIA, SAN GIOVANNI ROTONDO, SAN MARCO IL LAMIS € 6,00

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via “Mille di queste notti” in riva al lago con “Shakespeare ai contadini”. Martedì 30 luglio 2019

FoggiaToday è in caricamento