Al via “Mille di queste notti” in riva al lago con “Shakespeare ai contadini”. Martedì 30 luglio 2019

Piccolo viaggio con la poesia in cuffia, aperitivo contadino, concerto “Lei e lui. Note sul lago”, street food delle nonne e spettacolo teatrale “Lenòr” con Nunzia Antonino.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sarà “Shakespeare ai contadini”, la seconda edizione del felice connubio tra Bottega degli Apocrifi e Vazapp sostenuto dalla Regione Puglia, a dare il via a “Mille di queste notti 2019”. Martedì 30 luglio l’ex Idroscalo Ivo Monti sul Lago di Varano – luogo immaginifico e carico di meraviglia – aprirà dopo anni i suoi cancelli per ospitare la prima delle quattro giornate dedicate a musica, teatro, arte ed enogastronomia accomunate dal claim “Lancia il sasso e fai vedere le mani”: un invito ad andare fino in fondo, a sostenere le proprie scelte, a mostrarsi per quello che si è.

Ad accogliere il pubblico (massimo 200 persone) sarà il nuovo Anfiteatro del Grano costruito con le balle di paglia da designer, architetti e restauratori di Vazapp e da quanti avranno partecipato alla co-realizzazione di #WeAreInPaglia. Si parte alle 19.00 con “Silent Shakespeare”, un piccolo viaggio con la poesia in cuffia che farà immergere i presenti in un’atmosfera sospesa nel tempo e nello spazio. A seguire l’aperitivo contadino che permetterà di incontrare i saperi e i sapori della nostra terra, perché anche il cibo – come la musica, la danza e il teatro – è un’arte. Il cibo è la poesia con cui la terra risponde all’atto d’amore di chi la coltiva. Alle 20.30 spazio alla musica con il “Lei e lui. Note sul lago”, lo spettacolo internazionale con Lucija Majstorovic (pianoforte) e Vincenzo Starace (viola). Nata a Zagabria lei, sul Gargano lui. Pianista lei, Violista lui. Lei ambasciatrice dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e considerata tra le più promettenti interpreti croate della musica contemporanea; lui in tournée nelle più importanti sale delle capitali europee con l’Orchestra da Camera di Mantova, Europe Philarmonic Orchestra, Ezio Bosso. Lei e lui insieme sulla riva del lago per celebrare la festa della musica sotto le stelle. E sempre sotto le stelle andrà in scena lo Street Food delle nonne a cura delle donne anziane di Cagnano Varano, che custodiscono le storie di sapori più belle che si possano ascoltare. Saranno loro ad affiancare lo chef Mario Falco nella preparazione e nella narrazione dei prodotti e delle storie a chilometro vero. La prima giornata di “Mille di queste notti” si concluderà con lo spettacolo teatrale “Lenòr” di Enza Piccolo, Nunzia Antonino e Carlo Bruni.

Con alle spalle più di duecento repliche, ospite di festival internazionali e di teatri prestigiosi (Asti Teatro, Arzo, l’Elfo di Milano, il Nuovo di Napoli), “Lenòr” è un solo teatrale di grande impatto emotivo interpretato da Nunzia Antonino e dedicato alla straordinaria vita della rivoluzionaria napoletana del Settecento Eleonora de Fonseca Pimentel. La regia è di Carlo Bruni, attore e regista, già direttore del Teatro Piccinni e del Kismet di Bari e attuale direttore artistico del Teatro Garibaldi di Bisceglie. Portoghese d’origine, napoletana d’adozione, Eleonora fu poetessa, scrittrice e una delle prime donne giornaliste in Europa, combatté sino al patibolo la volgarità e l’inganno, l’ignoranza e la barbarie. Una figura decisiva per la storia del nostro paese e in particolare del sud.

Protagonista nei moti partenopei del 1799 e di quell’effimera repubblica meridionale, condusse un’esistenza esemplare, appassionata e faticosa, che ci parla ancora oggi, con grande forza, di libertà e giustizia, di amore e dignità. Gli straordinari sommovimenti che stanno mutando il profilo del mondo arabo, la crescente indignazione che anima i movimenti europei, il disagio che attraversa l’Italia, disegnano un panorama in cui la storia di questa donna, insieme a quella di molti suoi compagni di viaggio, sembra collocarsi perfettamente. “Mille di queste notti” è un progetto composito ideato da Bottega degli Apocrifi e Vazapp. Direzione artistica Cosimo Severo e Stefania Marrone. Ideazione spazi e comunicazione a cura di Terra Terra Soc. Cooperativa. Installazioni artistiche e interventi sul lago di Francesco Petrone e Santo Alessandro Badolato. Staff tecnico e realizzazione tecnica a cura di Mottola Solutions. Al suo interno “Shakespeare ai contadini” è sostenuto dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare iniziative riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche. FSC – Fondo Sviluppo e Coesione 201472020 – Patto per la Puglia; “aMareTerraMia” è realizzato in collaborazione col Parco Nazionale del Gargano, a testimoniare come investimento pubblico e privato, se coordinati, possono diventare moltiplicatori di bellezza. Per partecipare a “Mille di Queste Notti 2019” acquista qui i tuoi tickets: https://bit.ly/2JIpGiO Info e prenotazioni: 0884.532829 – 335.244843 | bottegadegliapocrifi@gmail.com Ingresso spettacoli intera serata + aperitivo € 15,00 Ingresso spettacoli intera serata under 12 + aperitivo € 11.00 SERVIZIO BUS NAVETTA DALLA CITTÀ DI FOGGIA, MANFREDONIA, SAN GIOVANNI ROTONDO, SAN MARCO IL LAMIS € 6,00

Torna su
FoggiaToday è in caricamento