menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'evento dello scorso anno

L'evento dello scorso anno

Foggia rispolvera le vecchie tradizioni: in Piazza Cavour si accende l’Albero di Natale

È la seconda edizione dopo il successo dell’anno scorso. Previsto il lancio dei palloncini colorati a cui saranno legati bigliettini, con messaggi e desideri, preparati dai bambini delle scuole della città

Torna anche quest’anno l’appuntamento con ‘Il Volo dei Desideri’, l’evento organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Foggia in collaborazione con l’associazione “Di terra di mare”, che mira a riaccendere l’animo foggiano rispolverando vecchie tradizioni e facendo vivere a grandi e piccoli la vera atmosfera del Natale, legata allo stare insieme e al condividere emozioni.

Ha ricordato l’assessore comunale alla Cultura, Anna Paola Giuliani: “Lo scorso anno avevamo sottolineato l’importanza della manifestazione per far riscoprire le tradizioni della città, sia ai bambini che agli adulti. Avevamo anche ipotizzato che, dato il riscontro di gradimento ricevuto dal pubblico, potesse diventare un appuntamento fisso: e stiamo mantenendo l’impegno”.

Infatti, martedì 8 dicembre, a partire dalle ore 18.30, in piazza Cavour (pronao della Villa Comunale) a Foggia si terrà la seconda edizione che prevede l’accensione dell’albero di Natale e il lancio dei palloncini colorati a cui saranno legati bigliettini, con messaggi e desideri, preparati dai bambini delle scuole della città.  Ad accoglierli ci saranno Babbo Natale e i suo Elfi. Durante l’evento saranno distribuite gratuitamente le pettole, simbolo della tradizione culinaria foggiana nel periodo di Natale.

Il Comune di Foggia ha tenuto particolarmente all’organizzazione dell’evento per permettere ai cittadini, grandi e piccoli, di ritrovare il senso di comunità e di condivisione. “Restituire lo spirito di appartenenza e l’amore per le antiche tradizioni è uno degli obiettivi cardine della nostra Amministrazione: le nuove generazioni devono conoscere le memorie più care che ci legano al nostro passato e trarne gli insegnamenti più validi la per costruire un futuro migliore. E le feste natalizie sono un momento magico per raggiungere questo obiettivo" ha precisato Landella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento