Sant'Agata di Puglia: via libera ai progetti per le strade rurali

La Regione Puglia approva i 9 progetti presentati dall’amministrazione comunale per i lavori alle strade rurali del comune di Sant’Agata di Puglia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Grande soddisfazione esprime il Sindaco di Sant’Agata di Puglia, Avv. Nicola Lasalvia, per il raggiungimento dell’ottimo risultato, cioè l’aver ottenuto l’approvazione da parte della Regione Puglia di tutti i progetti presentati per i lavori di ripristino delle strade comunali rurali a servizio delle Aziende Agricole per un importo complessivo di 884mila euro.

Con altrettanta soddisfazione il Sindaco Lasalvia sottolinea che “il Comune di Sant’Agata di Puglia ha ottenuto il più alto importo rispetto a tutti gli altri comuni della Puglia. E’ stato uno dei principali impegni presi in campagna elettorale, quello di rendere percorribili le strade rurali rimuovendo lo stato di abbandono in cui sono state tenute negli ultimi anni, per dare un servizio efficace e dignitoso ai nostri agricoltori”. Così continua Lasalvia e precisa che “la promessa di rimuovere i cartelli di divieto di transito installati dalla precedente Amministrazione è stata mantenuta”. Questo l’elenco della viabilità rurale santagatese interessata dai 9 progetti approvati dalla Regione Puglia: “Ultrino – Frattelle”, “Gruttoli – Sant’Antuono – Bastia”, “Sant’Agata – Santa Maria d’Olivola”, “Masseria Triangolo”, “Uomo Morto – Canna Carbone – Liscia”, “Trisciti – San Carlo”, “Ariarsa – Accinta”, “Valle Barile”, “Monte Rotondo - Serra San Vito – Ripapane – Serra Riola – Serra del Vento”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento