rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022

30 parcheggiatori licenziati, appena 300 euro a Natale e poi non vedranno mai più un euro: "A 50 anni non ci prende nessuno"

Disoccupazione agli sgoccioli per 30 ausiliari del traffico licenziati nel 2020. Il vice prefetto ha ricevuto i sindacati durante il sit-in dei lavoratori della zona internazionale di San Giovanni Rotondo, in Corso Garibaldi a Foggia

Le pettorine gialle e arancioni in corso Garibaldi sono il simbolo del dramma occupazionale in cui sono piombate circa 30 famiglie dall'1 gennaio 2021. Da quasi un anno i parcheggiatori della Zona Internazionale di San Giovanni Rotondo sono rimasti senza lavoro. La maggior parte sono utracinquantenni e lavorano nella sosta tariffata da vent'anni. Hanno sempre vissuto nel limbo del precariato.

Si sono avvicendante diverse società, da ultima la Sacar di Bologna, che ha gestito il servizio per quasi 5 anni e già a maggio del 2020 aveva mandato a casa i primi 12 lavoratori, per poi completare la procedura di licenziamento collettivo il 31 dicembre 2020. I lavoratori hanno dovuto fare i conti con lo stesso presidente di una vecchia vertenza. La disoccupazione è quasi finita: 300 euro appena prima di Natale e poi non vedranno più un euro. Dal primo gennaio non avranno più alcuna fonte di reddito.

Il nuovo bando di gara non è stato ancora pubblicato. La principale preoccupazione riguarda la clausola di salvaguardia e l'effettivo reintegro di tutta la platea storica. Avevano cominciato con 8 ore, poi sono arrivati a 3, prendendo circa 600 euro al mese. "L'importante è lavorare, a più di 50 anni non ci prende più nessuno": uno di loro sintetizza così l'incubo che li attanaglia. Non hanno ancora percepito neanche il Tfr. E intanto, nella zona Internazionale dilagherebbe l'abusivismo.

I sindacati di categoria hanno organizzato un sit-in stamattina per portare l'emergenza ausiliari in Prefettura a Foggia. Avevano già proposto al Comune di San Giovanni Rotondo di inserire altri servizi nel bando, finanche la custodia dei bagni pubblici, pur di renderlo più appetibile, poi le comunicazioni si sono interrotte. Angelo Sgobbo, segretario generale della Fisascat Cisl, Pierluigi Di Stasio della Nidil Cgil e Dario Lannunziata della Uiltucs Uil (nel video) sono stati ricevuti dal vice prefetto Francesco D'Alessio. Hanno ripercorso tutte le tappe della vertenza fino alla data odierna.

"La Prefettura si è resa disponibile a cercare di trovare una soluzione congiunta con il Comune di San Giovanni per preservare l'occupazione e difendere il reddito dei lavoratori", ha fatto sapere Sgobbo a margine dell'incontro. Dall'Ufficio Territoriale del Governo è partita la chiamata per sollecitare un incontro tra l'amministrazione e i sindacati che dovrebbe tenersi la settimana prossima. È stata acquisita la disponibilità del sindaco Michele Crisetti. "Sembra che il bando sia pronto - ha riferito Sgobbo - manca solo la pubblicazione, e abbiamo chiesto che prima vengano condivisi con noi i contenuti".

Video popolari

30 parcheggiatori licenziati, appena 300 euro a Natale e poi non vedranno mai più un euro: "A 50 anni non ci prende nessuno"

FoggiaToday è in caricamento