menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vertenza Conad sbarca in Regione ma è fumata nera: nulla di fatto per i 150 lavoratori a rischio licenziamento

Il tavolo regionale si conclude con un nulla di fatto. Lo si apprende da fonti sindacali. Uil Tucs Puglia: "Prendiamo atto che la Regione non ha strumenti, strategie e risorse per affrontare la questione"

“Prendiamo atto che la Regione Puglia non ha strumenti e risorse per dare ossigeno a un settore, come il commercio, vitale per il territorio, ma attualmente in profonda crisi”. Lo dichiara Giuseppe Zimmari, Segretario Generale della UIL TUCS Puglia, categoria del commercio, turismo e servizi della UIL, a margine dell’incontro organizzato in Regione Puglia per affrontare la vertenza Conad, che vede circa 150 lavoratori a rischio licenziamento nella nostra regione, tra la provincia di Lecce e quella di Foggia.

“Le nostre sollecitazioni sono cadute nel vuoto, sia da parte dell'azienda, che ha fornito le rassicurazioni necessarie in merito agli investimenti utili a ridurre gli esuberi, che da quella istituzionale. È inammissibile che la massima amministrazione regionale non si sia attrezzata per affrontare una vertenza simbolo di una situazione estremamente critica, in un settore strategico che continua a perdere pezzi importanti”.


“Abbiamo proposto alla Regione - spiega Zimmari - di mutuare l’esperienza, già applicata con successo in altre regioni come l’Abruzzo e le Marche, di un fondo che permetta a nuovi investitori del commercio e dei servizi di riassumere a condizioni vantaggiose lavoratori pugliesi del settore rimasti senza occupazione a causa di chiusure o delocalizzazioni. Sarebbe una misura in grado non solo di dare una concreta opportunità di reimpiego a tanti lavoratori che portano in dote un bagaglio importante di esperienza e competenze, ma di rendere il territorio pugliese molto più attrattivo in un settore che sta attraversando una crisi senza fine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento