rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Economia

Universo Salute non è in vendita

La smentita di Paolo Telesforo alla luce della notizia pubblica su un quotidiano d'informazione locale

Universo Salute non è in vendita. I vertici smentiscono le notizie pubblicate da un quotidiano d'informazione.

Paolo Telesforo, inoltre, assicura i lavoratori: "A chi in questi cinque anni ha voluto darmi fiducia e soprattutto affetto, dico che non li abbandonerò mai. Non è una questione di soldi, ma di rispetto verso chi si è sacrificato al mio fianco, oltre ogni limite. Fino a quando il Signore lo vorrà, non abbandonerò mai la mia famiglia. E voi di Universo Salute siete la mia famiglia, una famiglia in cui ho creduto e continuerò a credere fino ad ottenere il giusto riconoscimento contrattuale al pari di ciò che è già in essere nelle strutture a gestione pubblica. Io lotterò con voi e per voi contro chi getta veleni e miserie. Non sarete mai lasciati soli”.

Per l’Opera Don Uva, quella del 2023 potrebbe essere una primavera di rinascita, di rilancio, di visione prospettica - fanno sapere - "all’indomani della storica riconversione degli istituti ortofrenici, giunta al termine di un iter ventennale complesso, uno dei più imponenti a livello europeo, sostanziato dalla progressiva trasformazione di quel manicomio - cancellato dalla riforma Basaglia - in una cittadella della cronicità, della disabilità, della riabilitazione e dell’assistenza al malato terminale. Una cittadella funzionale e moderna, non solo per l’efficace restyling, in linea con il concetto di 'demanicomializzazione' coniato e attuato dalla nuova proprietà. I grandi ospedali psichiatrici 'Don Uva' si sono definitivamente trasformati in strutture long term care, cioè prevalentemente dedite alla cura e all’assistenza delle cronicità, oltre a proseguire le tradizionali attività, come la riabilitazione post acuzie, degli acuti e l’assistenza al malato terminale. Per l’Opera Don Uva continua il processo di crescita caratterizzata da investimenti, professionalità, impegno e sacrifici. Questione di “credibilità” e “certezze per i lavoratori”. Proseguirà su questi temi la sfida di Paolo Telesforo. 

I vertici ricordano anche come l'opera di Don Pasquale Uva aveva corso il rischio di naufragare sotto il peso schiacciante di un default da oltre 600 milioni di euro. "Il fatto è che nel giro di poco più di un lustro, nonostante non poche insidie, si è materializzato un piccolo, autentico miracolo. Il cammino della grande Opera prosegue infatti con la barra a dritta, come ab origine, con la forza del grande equilibrio gestionale, seguendo i tempi dettati dalla logica e dalle risorse, a livello strutturale, organizzativo e anche estetico, con due aspetti in evidenza: da un lato gli standard di cura e assistenza elevati e l’alto livello di professionalità di medici, infermieri e di tutto il personale, come quotidianamente attestato dall’utenza stessa; dall’altro, la serenità dei lavoratori, retribuiti regolarmente, in controtendenza ad un passato caratterizzato da stipendi non pagati e fallimenti miracolosamente evitati: insomma, un microcosmo ben lontano dai pericoli di ridimensionamento e licenziamento che continuano ad affliggere grandi e piccole aziende italiane".

Il vicepresidente esecutivo Paolo Telesforo, e l’Ad Luca Vigilante evidenziano di avere a cuore la serenità dei lavoratori e pur dall’ottica di appartenenza a generazioni diverse, "condividono una straordinaria capacità manageriale, condivisa con un top management capace di confermare ogni anno quei risultati soddisfacenti che hanno portato le strutture del Gruppo a contribuire fattivamente al sistema Sanitario Regionale per far fronte alla pressione delle richieste di prestazioni sanitarie e sociosanitarie arretrate".

E concludono: "Il Sistema Sanitario Regionale, composto da Sanità pubblica e Sanità privata accreditata, cooperando in modo maggiormente sinergico può essere così in grado di fornire una risposta più rapida ed efficiente alle richieste di salute dei cittadini riducendo significativamente i tempi di attesa". 

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Universo Salute non è in vendita

FoggiaToday è in caricamento