Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia Biccari

Monti Dauni, Biccari getta le basi per l’Unione dei Comuni: insieme quelli del Monte Cornacchia

Il sindaco Gianfilippo Mignogna: “Con i sindaci dei comuni interessati abbiamo grande intesa ed omogeneità di storia e bisogni. In questa direzione occorre continuare a lavorare”

Biccari fa il primo passo verso l’Unione dei Comuni dei Monti Dauni. Il Consiglio comunale ha infatti approvato la bozza di Statuto e Atto costitutivo della collaborazione istituzionale tra le municipalità legate al Monte Cornacchia. All’ente di secondo livello, aderiranno anche Castelluccio Valfortore, Celle San Vito, Faeto e Roseto Valfortore. L’approvazione fa seguito al primo incontro del 3 novembre scorso tra i rappresentanti istituzionali dei cinque comunali, che ora chiedono alla Regione Puglia anche la sospensione degli effetti dell’Ambito regionale ottimale, Aro Fg7.

Così il sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna: “Ci stiamo muovendo con grande entusiasmo, consapevoli della necessità di esercitare certe funzioni in forma associata, come previsto dalla legge, allo scopo di garantire servizi alle nostre popolazioni che altrimenti difficilmente potremmo assicurare, a causa delle note vicende finanziarie che investono tutti gli enti locali italiani. Con i sindaci dei Comuni interessati all’Unione del Monte Cornacchia abbiamo grande intesa ed omogeneità di storia e bisogni. In questa direzione occorre continuare a lavorare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti Dauni, Biccari getta le basi per l’Unione dei Comuni: insieme quelli del Monte Cornacchia

FoggiaToday è in caricamento