Immatricolazioni post-Covid, il gran segnale dell'università di Foggia: cassato il numero chiuso alcuni corsi di laurea

Una scelta inclusiva e di apertura attraverso la quale l’Ateneo dauno promuove un segnale di maggiore coralità esteso a tutto il territorio e che, in tempi di pandemia, mira a superare  le tante criticità vissute negli scorsi mesi a causa dell’estendersi del contagio

Polo Biomedico UniFg

Stop al numero programmato per i corsi di laurea in Scienze delle attività motorie e sportive, laurea magistrale in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate e per il corso di laurea in Scienze e tecnologie biomolecolari. 

Fino al prossimo 31 ottobre, infatti, sono aperte le immatricolazioni per l’anno accademico 2020/2021 a chiunque ne presentasse istanza, senza passare dal test di ammissione laddove previsto, oltre che a tutti coloro i quali abbiano già partecipato alle procedure concorsuali.

L’Università di Foggia, in un momento storico in cui l’emergenza sanitaria ha avuto un significativo impatto sul quotidiano di tanti studenti, intende agevolare ed accogliere le tante richieste di quanti non sono riusciti a presentare domanda e a partecipare ai test di valutazione.

Con decreto rettorale n. 1115-2020 dello scorso 22 settembre, sono stati parzialmente revocati i bandi di ammissione ai corsi di studio in oggetto, nella parte in cui è stabilito l’accesso a numero programmato locale, che era fissato a un massimo di 180 posti per la triennale in Scienze delle attività motorie e sportive, presieduto dalla prof.ssa Chiara Porro; 100 per la Laurea magistrale in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate, presieduto dal prof. Dario Colella e a un massimo di 50 studenti ammessi per anno accademico, originariamente previsti per il corso di laurea in Scienze e tecnologie biomolecolari, coordinato dalla prof.ssa Claudia Piccoli.

Una scelta inclusiva e di apertura attraverso la quale l’Ateneo dauno promuove un segnale di maggiore coralità esteso a tutto il territorio e che, in tempi di pandemia, mira a superare  le tante criticità vissute negli scorsi mesi a causa dell’estendersi del contagio. Il sostenimento delle prove concorsuali previste dai bandi, e già sostenute dagli studenti nelle scorse settimane, varranno quale prova di verifica iniziale, prevista per i corsi di studio non a numero programmato.

Le commissioni di concorso effettueranno la valutazione sugli eventuali obblighi formativi aggiuntivi dei candidati. Gli studenti che non hanno partecipato alle prove concorsuali e che dovessero immatricolarsi entro il 31 ottobre, sosterranno la prova di verifica iniziale. Quella di accesso per l’immatricolazione al corso di laurea in Scienze e tecnologie biomolecolari è fissata per venerdì 20 novembre 2020. 

Tutte le procedure di immatricolazione si effettuano esclusivamente online collegandosi al sito Unifg.it entro il 31 ottobre 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento