Trivellazioni nel mare Adriatico: il Tar del Lazio respinge il ricorso della Regione Puglia

Rosario Cusmai, vicepresidente della Provincia di Foggia: “Noi difenderemo ancora il nostro mare, come abbiamo sempre fatto, nella speranza che questa situazione si risolva presto"

Immagine d'archivio

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Regione Puglia contro le trivellazioni nel mare Adriatico.  I Comuni interessati dalle possibili indagini petrolifere riguardano l’area del barese e di brindisino, che avevano presentato ricorso contro il parere positivo sulla compatibilità ambientale, rilasciato dal ministero dell'Ambiente. Il ricorso è stato purtroppo respinto e ora la Regione Puglia dovrà valutare l'opportunità di impugnare la sentenza del Tar e rivolgersi al Consiglio di Stato. 

Commenta il vicepresidente della Provincia e coordinatore di Capitanata Civica, Rosario Cusmai: “Ho appreso venerdì dai giornali che il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Regione Puglia contro le trivelle in Adriatico. La Regione si era schierata al fianco delle località costiere pugliesi che chiedevano di fermare le ricerche petrolifere in mare per non compromettere l'attività di pesca,  il turismo e l'ecosistema.  Non è il petrolio la nostra ricchezza. Noi difenderemo ancora il nostro mare, come abbiamo sempre fatto, nella speranza che questa situazione si risolva presto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento