Economia

Foggia ama i Lima e i Rivarossi: i trenini elettrici degli anni 60 e 80

Nel foggiano, stando ai dati di Hornby Italia, c'è stato un vero e proprio grande interesse attorno al giocattolo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

I trenini elettrici, quei Lima e quei Rivarossi che negli anni '60 e '80 fecero sognare tanti ragazzi e anche qualche adulto, sono tornati prepotentemente di moda.

Stando ai dati forniti da Hornby Italia, l'azienda bresciana che oggi li produce e commercializza, le vendite negli ultimi tre anni sono quadruplicate. Da 15 mila set giocattolo del 2008 a 60 mila dello scorso anno, con previsioni di ulteriore crescita per il 2012.

I Frecciarossa, i Frecciargento e gli Italo, stanno dominando il mercato, segno evidente che nonni e genitori, stanchi di vedere i loro figli e nipoti curci sul videogioco o su una qualsiasi piattaforma luminosa, hanno deciso di regalar loro il vecchio, caro trenino elettrico.

Nel foggiano, stando ai dati di Hornby Italia, c'è stato un vero e proprio grande interesse attorno al giocattolo anche da parte dei collezionisti che oggi vedono i Lima del '60 avere una quotazione di mercato attorno ai 3 mila euro e i Rivarossi, di appena dieci anni orsono, con un valore quattro volte superiore al prezzo d'acquisto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia ama i Lima e i Rivarossi: i trenini elettrici degli anni 60 e 80

FoggiaToday è in caricamento