Economia

L’Istituto metropolitano Scienze Religiose resta a Foggia: scampato il pericolo trasferimento

A seguirne l’iter, è stato direttamente il vescovo di Foggia-Bovino, monsignor Vincenzo Pelvi, che dopo aver ascoltato le motivazioni degli studenti dell’istituto ha centrato l'importante obiettivo

Trasferimento scampato per l’Istituto metropolitano di Foggia di Scienze Religiose che, con la riforma, dovrebbe prendere il posto dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Paolo II”.

A seguirne l’iter, è stato direttamente il vescovo di Foggia-Bovino, monsignor Vincenzo Pelvi, che - dopo aver ascoltato le motivazioni degli studenti dell’istituto - ha centrato l'obiettivo. L'Istituto universitario eretto accademicamente dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica e collegato con la Facoltà Teologica Pugliese, con la riforma in atto diventerò ancora più importante.

A più livelli, però, si era paventato un suo trasferimento, in altra sede, fuori Foggia. Un trasferimento che aveva preoccupato non poco gli studenti che frequentano l’istituto molti dei quali si erano rivolti direttamente a Monsignor Pelvi chiedendo un suo intervento diretto nella vicenda. Così fino a ieri sera, quando è giunta la notizia dello scampato trasferimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Istituto metropolitano Scienze Religiose resta a Foggia: scampato il pericolo trasferimento

FoggiaToday è in caricamento