Tempi e spazi per una città vivibile

Tra le proposte raccolte quella di una “Giornata del cittadino”, “Voucher sociali”, “Percorsi sicuri casa-scuola”, “Taxi day e night” e tanti altri ancora

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

tempi e spazi-2Sono stati compilati 1297 questionari, 6 le tipologie di target a cui sono stati rivolti, per capire criticità, ostacoli da superare, determinando un primo identikit dei cittadini. Tutto per offrire spunti interessanti sulla soddisfazione del cittadino per i servizi offerti e per modificarli in base al cambiamento dei tempi.

Questa mattina nella sala Rosa del palazzotto dell’Arte di Foggia si è tenuto il workshop su “Tempi e spazi per una città vivibile”, con la presentazione dello studio di fattibilità alla presenza dell’assessore regionale al Welfare Elena Gentile, che si è complimentata con l’attività svolta fino ad oggi, e del sindaco di Foggia Gianni Mongelli.

L’iniziativa, che vede numerosi partner istituzionali, è stata organizzata dall’assessorato alle Politiche Sociali del comune di Foggia. Pasquale Pellegrino “Attraverso indagini e azioni sperimentali, ha sottolineato l’assessore Pellegrino, che abbiamo avviato una riflessione sulle tematiche temporali di cui il progetto Tempi e spazi per una città vivibile rappresenta il punto di arrivo ma anche di avvio di una nuova fase”.

Durante l’attività di consultazione del cittadino è emerso che i foggiano usano prevalentemente l’auto e che solo il 9% predilige quotidianamente il mezzo pubblico. Il 40% dei foggiani ha orari costanti di lavoro, mentre il 34% ha orari completamente flessibili. Il 40% in età compresa tra i 65 ed i 74anni si reca giornalmente in un ufficio pubblico ed un terzo è poco soddisfatto dei servizi offerti, mentre il 34% vorrebbe orari continuati.

Quasi il 50% utilizza servizi on line. Tanti dati di particolare interesse per capire come i foggiani si muovono in città. Ad esempio, il 43% dei dipendenti pubblici impiega fino a 15 minuti per raggiungere con il proprio mezzo il luogo di lavoro, il 29% fino a 30 minuti. Tre gli assi strategici del piano emersi nello studio: “Foggia open” per creare una città aperte alle nuove esigenze dei cittadini, “Foggia facile” per agevolare la conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi di vita, “Foggia fluida” per creare una città scorrevole, sostenibile per l’ambiente e gli abitanti.

Tra le proposte raccolte quella di una “Giornata del cittadino”, “Voucher sociali”, “Percorsi sicuri casa-scuola”, “Taxi day e night” e tanti altri ancora. Tra gli interventi a sostegno delle attività svolta quello del dirigente delle Politiche Sociali del comune di Foggia Ernesto Festa, di Maria Rosaria Bianchi coordinatrice del progetto, di Daniela Eronia amministratore unico di CIA’T che si è occupata delle rilevazioni e dello studio.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento