Strade del Gargano, Gatta replica a Nobiletti: "La Mattinata-Vieste ammessa ai fondi del Cis"

La Sp 53 inserita tra le opere ammesse a un finanziamento complessivo di 47 milioni di euro. Per la Sp 53 bis, invece, l'ente ha avviato le procedure di dismissione, ma ha approntato un progetto di 108mila euro "per mitigare le criticità esistenti"

Strade del Gargano, dopo le ripetute critiche ricevute dal sindaco di Vieste, arriva la replica del presidente della Provincia Nicola Gatta, sullo stato delle strade provinciali 53 (Mattinata-Vieste) e 53 bis (Pagliarofreddo). 

Per quanto riguarda la Mattinata-Vieste, "dopo decenni di assenza totale di ogni pianificazione - spiega Gatta - l'arteria è stata candidata ai fondi del Cis Capitanata e inserita tra le opere ammesse le opere ammesse a finanziamento, per un importo complessivo di 47 milioni di euro ottenendo, in questa prima fase, €. 2.350.000,00 per procedere all’affidamento dei servizi di ingegneria e di architettura per il completamento della progettazione. L’intera opera sarà finanziata con le economie che si realizzeranno a seguito delle procedure di gara dei progetti.

Per quanto concerne lo sfalcio dell’erba il servizio è programmato su tutta la rete viara di competenza dell’Ente, bisogna tener presente che oltre ai 3.000 km di strade provinciali si è aggiunta l’emergenza Covid-19 aumentando così le problematiche sottese e di questo un Amministratore pubblico dovrebbe averne contezza. Per la manutenzione ordinaria della strada provinciale n. 53 “Mattinata-Vieste”, come da impegni assunti, è stato elaborato un piano di interventi inserito nella programmazione dell’Ente ed approvato con il bilancio 2020 che riguarderà le strade dell’intera viabilità costiera del Gargano e dei siti Unesco, per un importo complessivo di circa un milione e mezzo di euro, per i quali sono in corso le procedure finalizzate all’affidamento dei lavori".

Chiarimenti anche alla 53 bis: "Preliminarmente bisogna precisare che la stessa, a servizio di lottizzazioni alberghiere, è stata realizzata dal Comune di Vieste e ceduta alla Provincia nel 2000, essa risulta chiusa al traffico, giusta ordinanza n. 20 del 27.01.2001 del sindaco del Comune di Vieste. 

Con nota prot. n. 67073 del 17.11.2017, inviata a vari enti ed anche al sindaco Nobiletti,  il dirigente della Provincia, arch. Emanuele Bux aveva dettagliatamente descritto la situazione della  strada n. 53 bis “Pagliarofreddo”, di cui  è il caso di riportare alcuni punti: 'La strada risulta essere in pessime condizioni di transitabilità, e precisamente dal Km 0+000 al Km 1+400 risulta bitumata, con il piano viabile caratterizzato da avvallamenti e cedimenti della piattaforma stradale. Nel tratto compreso tra il Km 1+400 e il Km 6+700 circa, il piano viabile  è del tutto inesistente. Dal chilometro 6+700 al Km 11+000 la strada è del tutto intransitabile. L’amministrazione provinciale, in passato, ha eseguito a più riprese interventi di ordinaria manutenzione, tra il Km 0+000 e il Km 6+700, atti a garantire un minimo di percorribilità e sicurezza. Per la sistemazione dell’intera strada, dal Km 0+000 al Km 11+000, considerate le condizioni di grave dissesto, è necessario un intervento risolutivo stimato pari a € 5.800.000,00. L’ufficio tecnico della Provincia ha approntato, altresì, un progetto immediatamente cantierabile dell’importo di € 108.500,00, teso a mitigare le criticità sopra descritte. Si comunica, infine, che questo ufficio ha avviato le procedure per la dismissione della suddetta strada, non avendo la stessa le caratteristiche di strada provinciale, così come previste dal codice della strada”. Per completezza di informazione, si fa presente che il progetto di € 108.500,00 è stato realizzato, non risultano agli atti interventi di ripristino da parte del Comune di Vieste a seguito della realizzazione di sottoservizi. Si conferma la volontà di dismettere la strada provinciale n.53 bis, come da nota suddetta, così da poter far programmare al sindaco di Vieste interventi di riqualificazione viaria, senza più la necessità di demandare ad altri enti tali incombenze".

Gatta poi chiosa rispondendo all'invito rivoltogli dal sindaco di Vieste, di recarsi nel comune garganico per farsi un'idea delle condizioni delle due strade: "In merito al cortese invito rivoltomi, che accolgo con piacere, comunico che esperirò personalmente e con i tecnici della Provincia un sopralluogo finalizzato ad individuare le effettive esigenze delle strade provinciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento