Economia

Gino Lisa: stop ai voli. Il 30 ottobre scade il contratto Regione-Darwin

Dal prossimo 30 ottobre, dati di scadenza del contratto con la Regione, la Darwin Airlines non decollerà più dallo scalo foggiano. Contributo regionale insufficiente. E il progetto di allungamento della pista?

Aeroporto Gino Lisa

Dal 30 ottobre stop ai collegamenti della Darwin Airlines dal “Gino Lisa”. Ancora due mesi e dall’aeroporto foggiano non si volerà più. L’indiscrezione giunge direttamente da Bari anche se – contattate - Aeroporti di Puglia e Comune di Foggia fanno sapere di non esserne al corrente.  Ma una fonte ufficiale al momento c’è ed è la Airlinesrout, agenzia di stampa internazionale specializzata in trasporto aereo che lo scorso 31 agosto lanciò la notizia: viene meno l’interesse della Darwin, rischio paralisi per lo scalo foggiano.

Alla base della decisione della compagnia elvetica l’esiguità del contributo regionale per l’anno 2011-2012. Fino all’anno scorso lo stanziamento della Regione Puglia a favore della compagnia aerea è stato di 5milioni di euro per venti voli settimanali con destinazione Milano Malpensa, Torino e Palermo. Somma, successivamente, più che dimezzata: nei mesi scorsi, infatti, l’ente di via Capruzzi aveva annunciato un contributo per l’anno 2011-2012 pari a due milioni di euro.

Immediata la reazione della compagnia elvetica, subentrata nel 2009 alla MyAir: “risorse insufficienti per i collegamenti da Foggia”. Lo stanziamento del Cipe da solo non basta. Quindi l’ufficialità: da novembre la Darwin Airlines non decollerà più dal capoluogo dauno. E la notizia crea amarezza, tanto più se si pensa che il trasporto aereo – da sempre in affanno - cominciava a registrare buon perfomances in Capitanata. Non solo. Due mesi fa la giunta comunale di Foggia dava – finalmente - via libera a quel progetto di allungamento della pista del “Gino Lisa” per portarla - stando alle progettualità consegnate ai tecnici comunali - dagli attuali 1600 metri a 2000 metri, così da consentire l’atterraggio e la partenza di aerei da 100-150 posti a tutto vantaggio dello sviluppo economico-turistico di Capitanata.

Ora, non solo della conferenza di servizi in cui dovrebbe approdare la progettazione definitiva, ancora nulla si sa.  Ma la doccia fredda dello stop ai voli (il 30 ottobre scade il contratto con la Regione).  Il contributo regionale a favore del “Gino Lisa” era stato già nei mesi scorsi oggetto di serrata contrattazione. Nei prossimi giorni – fanno sapere da Bari - un ulteriore incontro servirà a definire meglio la questione. Ma la Darwin Airlines non cede: senza soldi non si vola. E la Regione di soldi in cassa per la Capitanata pare proprio non averne. Il “Gino Lisa” chiuderà i battenti? L’eventualità segnerebbe la sconfitta dell’intera classe dirigente foggiana, che dovrebbe spiegare alla comunità come mai, in tutti questi anni, dalla Federico II alla Darwin, non è riuscita a dare al territorio uno aeroporto degno di un comune capoluogo, condannandolo all’arretratezza economico-sociale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Lisa: stop ai voli. Il 30 ottobre scade il contratto Regione-Darwin

FoggiaToday è in caricamento