rotate-mobile
Economia

Insieme per la Stele Daunia: arriva il contributo della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia

L'antica istituzione sostiene la raccolta fondi lanciata da due giovani studiosi. Il presidente Saverio Russo: "Forme di responsabilizzazione da apprezzare e incoraggiare"

La Fondazione dei Monti Uniti di Foggia aderisce e sostiene con entusiasmo la raccolta fondi promossa dal basso per riportare una preziosa Stele Daunia in Capitanata.

Si tratta di un caratteristico monumento funebre della civiltà dei Dauni, risalente al VII-VI secolo avanti Cristo, una lastra rettangolare in pietra calcarea alta circa 62 centimetri, composta da più frammenti. Come ben noto, la stele è stata intercettata da alcuni giovani archeologi del territorio sul catalogo della casa d'aste londinese Bertolami.

LA STELE DAUNIA E' TORNATA A CASA

Dopo la scoperta, gli stessi studiosi hanno lanciato su Facebook una sottoscrizione popolare che ha subito fatto registrare molto entusiasmo e numerose adesioni, tra cui quella della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e della Fondazione Apulia Felix, che a sua volta ha rilanciato l'iniziativa e contribuito alla formulazione dell'offerta che si è aggiudicata il pezzo, durante l'asta della scorso 24 marzo.

La stele, infatti, è tornata "a casa" ed è in esposizione ad Ordona dallo scorso 26 aprile, in occasione dell'inaugurazione del nuovo Museo Archeologico di Herdonia. "La Fondazione dei Monti Uniti di Foggia - ha dichiarato il presidente, professor Saverio Russo - ha aderito alla raccolta fondi per riportare la stele in provincia perché apprezza, sostiene ed incoraggia queste forme di responsabilizzazione del territorio e dell'opinione pubblica, come già dimostrato negli anni passati ed anche più recentemente, in occasione del progetto Luci su ParcoCittà".

FOTO | La Stele è tornata a casa

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insieme per la Stele Daunia: arriva il contributo della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia

FoggiaToday è in caricamento