Artisti senza tutele: a Foggia il primo sportello per gli operatori dello Spettacolo e della Comunicazione

"Si tratta di un percorso volto a dare voce a categorie di lavoratori che spesso voce non hanno" dichiara la Cgil. Lo sportello è operativo a far data dal 3 dicembre, tutti i lunedì dalle ore 16.00 alle ore 18.30

Sarà operativo da 3 dicembre presso la Camera del Lavoro di Foggia il primo sportello per la tutela degli operatori dello spettacolo e della comunicazione. "Si tratta di un percorso volto a dare voce a categorie di lavoratori che spesso voce non hanno, e che spesso sono considerati lavoratori privilegiati e che pertanto non hanno diritto a quella che è la sfera delle tutele previdenziali e fiscali" dichiarano in una nota congiunta  Giovanni Palma, Segretario Provinciale CGIL Foggia, Michele D’errico, Segretario Sindacato dei lavoratori della Comunicazione, e Daniele Calamita, Responsabile Sistema Servizi CGIL Foggia

"Purtroppo la realtà è ben diversa dall’immaginazione, infatti riscontriamo condizioni di lavoro e sostegno previdenziale che rasentano i fenomeni ben più noti in questo territorio. Operatori pagati a riprese effettuate, artisti pagati a cottimo, animatori turistici (quelli che allietano le nostre vacanze) sottopagati e con orari di lavoro assurdi, insomma condizioni contrattuali che meritano l’attenzione del sindacato confederale e che se abbinati al sistema previdenziale (ex Enpals per gli addetti allo spettacolo e INPGI) e fiscale danno la dimensione di quante giovani menti, di quanti talenti, dediti alla informazione ed allo spettacolo, non riusciranno ad avere una pensione dignitosa".

"In quesi giorni fanno scalpore le dichiarazioni nei vari talk show dell’artista Gianfranco D’Angelo, la riflessione che scaturisce da quelle dichiarazioni è che se un artista di caratura nazionale lamenta la propria non sussistenza pensionistica, cosa dovrebbero riuscire a racimolare i tantissimi artisti che non riescono ad emergere a livello televisivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da queste considerazioni la necessità ed al tempo stesso l’opportunità di creare lo sportello spettacolo e comunicazione, un luogo dove dare spazio, voce, supporto e informazione, alle tutele collettive e individuali di tantissimi addetti di questo territorio, rispetto a ciò che è la sfera dei diritti previdenziali e fiscali (sistema servizi) e contrattuali (SLC). Lo sportello è affidato a Stefania Esposto Caaf CGIL Foggia e Mara De Mutiis Cantante jazz  ed è operativo a far data dal 3 dicembre tutti i lunedì dalle ore 16.00 alle ore 18.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento