Sabato, 23 Ottobre 2021
Economia San Severo

A San Severo nasce la ‘Spesa sospesa’, “catena del cuore” per i più bisognosi

I clienti dei supermercati possono donare, acquistandolo alle casse, un kit di aiuto. L’assessore Simona Venditti: “Aiuto concreto per quelle famiglie che si trovano in grave difficoltà economica”

Parte domani sabato 16 dicembre il progetto ‘Spesa Sospesa’ nei supermercati di San Severo che hanno firmato il protocollo d’intesa lo scorso novembre insieme alle organizzazioni Confcommercio e Confesercenti. A promuovere l’iniziativa di natura solidale è stata l’amministrazione comunale per conto dell’assessorato alle Politiche Sociali, in sinergia con ‘CariTas Incontro’ ed altre quattro organizzazioni di volontariato. “L’idea di fondo è antica e innovatrice nei modi allo stesso tempo è empatica e strutturata nella metodologia, di cuore e di cervello come, ogni progetto che voglia risultare efficace ed efficiente, deve essere. Si vuole creare un sostegno aperto facile e veloce, generato e alimentato dai cittadini di San Severo clienti dei supermercati che possono donare, acquistandolo alle casse, un kit di aiuto. Quanto raccolto sarà trasformato in “borse della spesa” distribuite ai centri caritas parrocchiali che le offriranno alle famiglie individuate dai servizi sociali, dalle parrocchie stesse e dalle segnalazioni raccolte dai volontari negli “infopoint”, punti di ascolto, nelle piazze e nei supermercati aderenti. Una vera catena del cuore. Questa iniziativa vuole essere cosi, un aiuto concreto per quelle famiglie che si trovano in grave difficoltà economica generando un meccanismo virtuoso che renda sostenibile nel tempo l’azione solidale. Si vuole favorire il nascere di un circuito del dono e di aiuto in sospeso, in cui il sostegno “aperto” viene attuato dai clienti dei supermercati” ha dichiarato l’assessore Simona Venditti.

Il meccanismo di donazione è facile: i clienti trovano nel supermercato un espositore con cartellini contrassegnati da un logo, ognuno con la descrizione di una spesa sospesa, il prezzo e il codice a barre, da utilizzare alla cassa. I donatori una volta scelto il kit, lo consegnano alla cassa. Il riscontro dell’addebito sarà stampato sullo scontrino della spesa con il dettaglio dei beni. Saranno poi i volontari delle associazioni coinvolte a raccogliere periodicamente la merce donata e a distribuirla ai centri della rete di sostegno, in base ai bisogni espressi dai beneficiari. Il progetto prevede infopoint nei supermercati aderenti e nelle piazze, dove la naturale propensione all’ascolto dei volontari incrocerà le istanze del territorio e “contagerà” la comunità.

Aggiunge la presidente della competente commissione consiliare dott.ssa Arcangela De Vivo: “Grazie a questo progetto e ai prodotti raccolti, centinaia di persone potranno essere aiutate efficacemente, superando le difficoltà di questo momento. Certo, bisogna  avere il cuore ed il desiderio di innovare e di essere un buon esempio per gli altri, bisogna avere il coraggio di affrontare piccoli cambiamenti, coraggio di mutare abitudini e sperimentare donazioni efficaci ed efficienti”.

Per ora vi hanno aderito la Conad Shopping Center di via Zannotti e i Sigma di via Zannotti e Largo Sanità. Il progetto, in continua evoluzione e aperto a nuove adesioni da parte di supermercati, funzionerà per la generosità dei sanseveresi ed è finanziato da Fondazione con il Sud, programmi per il sostegno e il rafforzamento delle reti locali di volontariato nelle Regioni del Sud Italia.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Severo nasce la ‘Spesa sospesa’, “catena del cuore” per i più bisognosi

FoggiaToday è in caricamento