rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Strisce blu, pubblicato il bando di gara: al via la ricerca del nuovo gestore per i prossimi 2 anni

Pubblicato il bando di gara. Il futuro concessionario della sosta a pagamento incasserà gli introiti e dovrà versare un canone al Comune di Foggia. In elenco 66 dipendenti da riassorbire

Scade alle 12 del 6 maggio la gara per l’affidamento in concessione del servizio di gestione della sosta a pagamento della città di Foggia. Il bando è stato pubblicato oggi. L’affidamento avverrà mediante procedura aperta telematica, con il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa.

Il valore complessivo della concessione per la durata di due anni ammonta a 4.741.657,99 oltre Iva, che rappresenta l’importo di gara. L’offerente dovrà indicare la percentuale sugli incassi al netto dell’Iva (nella misura di legge) che intende corrispondere all’ente, quale canone annuale di concessione del servizio. La percentuale indicata nell’offerta, a pena di esclusione, non potrà essere inferiore al 20% dell’introito annuale derivante dalle somme incassate, al netto dell’Iva.

II canone concessorio da corrispondere al Comune concedente sarà pari al risultato derivante dall'offerta di gara, esclusivamente in aumento, espressa nei termini di percentuale unica sugli incassi totali, al netto dell’Iva, derivanti dalla concessione della gestione dei parcheggi, partendo dalla base minima indicata nel bando di gara.

È contemplata la clausola sociale. Dall’elenco del personale risultano 66 dipendenti, 16 operatori generici e 50 ausiliari del traffico. Il capitolato tiene conto del regolamento della sosta a pagamento approvato dalla commissione straordinaria il 10 febbraio scorso, e degli indirizzi operativi e delle tariffe approvati il 17 febbraio.

La concessione comprende, tra le altre cose, l’installazione dei parcometri, la gestione del rilascio degli abbonamenti, lo scassettamento dei parcometri e la gestione del parcheggio interrato Vincenzo Russo. Sono 6167 gli stalli disponibili (6112 su strada più 50 in struttura). Il Comune si riserva il diritto di modificare le tariffe, la superficie delle aree destinate a parcheggio a pagamento e le categorie di utenti che hanno diritto all’esenzione dal pagamento. Più in generale, da questo punto di vista, la concessione è improntata alla massima elasticità. 

Il concessionario incasserà gli introiti del servizio, ma non i proventi delle contravvenzioni, che restano di esclusiva competenza del Comune. Dovrà, inoltre, corrispondere un canone d’uso del parcheggio Russo di 24mila euro l’anno e un canone d’uso di parcometri e segnaletica di 20.844,36 euro. Il nuovo gestore della sosta tariffata potrà decidere di istituire la propria sede negli uffici di via Gramsci ma, in tal caso, dovrà corrispondere un canone di 10mila euro l’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu, pubblicato il bando di gara: al via la ricerca del nuovo gestore per i prossimi 2 anni

FoggiaToday è in caricamento