Stabilizzazione lavoratori del Polo biblio-museale: la soddisfazione di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il 5 marzo 2020 in una riunione presieduta dall’assessore al bilancio della regione Puglia, il foggiano Raffaele Piemontese, e alla presenza del comitato SEPAC di monitoraggio del sistema economico e produttivo delle aree di crisi della Regione Puglia, Dottor Stasi, è stato siglato un accordo che dopo due anni dalle intese raggiunte in prefettura, con le quali si ridava dignità ai lavoratori in quel momento dipendenti dell’azienda PromoDaunia, partecipata dalla provincia di Foggia, che per la recente riforma degli enti locali non poteva più essere mantenuta attiva, garantisce ai 28 lavoratori attualmente dipendenti dell’azienda S. Teresa S.p.A., un contratto a tempo indeterminato e quindi la stabilizzazione in uno dei servizi che la Regione Puglia da diversi anni reputa centrali sia per le Ragioni strettamente culturali ma anche di slancio e rilancio per l’economia regionale e del nostro territorio di Capitanata.

Un importante risultato ottenuto, e per nulla scontato, non solo grazie alla trattativa sindacale che va avanti da due anni, ma anche attraverso il giusto apporto di tutte le parti, tra cui quella regionale, e dell’Ass. to al Bilancio di Raffaele Piemontese, che ha garantito il finanziamento per i prossimi tre anni del servizio e con un accordo che prende forma con il mandato del teatro pubblico pugliese all’azienda S. Teresa Spa che continuerà a gestire il servizio coordinato con la gestione del Polo Biblio museale. Un primo passo concreto - affermano soddisfatto i segretari generali di Filcams, Fisascat e Uiltucs, Villani, Sgobbo, Dota - per la stabilizzazione di questi 28 lavoratori, da tempo impegnati nei servizi di valorizzazione, gestione, accoglienza e assistenza al pubblico di biblioteche, musei, pinacoteche e info point turistici nella provincia di Foggia. Un certosino lavoro fatto in questi due anni, anche sotto traccia, ma che ha visto le parti coinvolte discutere in maniera costruttiva, competente ed attenta non solo alla salvaguardia dei livelli occupazionali e reddituali dei lavoratori e lavoratrici, ma anche nel cercare di fornire servizi qualitativamente importanti e con la consapevolezza nel garantire le giuste aspettative e tutelare tutte le posizioni con un occhio al prossimo futuro. Si dà atto della grande attenzione della politica regionale nella persona di Piemontese, a questo particolare servizio, con la certezza che l’interlocuzione futura, sia per migliorare le condizioni di lavoro di questi lavoratori, sia della resa del servizio al quale il progetto è rivolto, sarà proficua per tutto il nostro territorio.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento