Economia

Società partecipate: grave tensione sociale, Comune lancia l’allarme

Chiesto un incontro urgente per approfondire il contenuto della normativa sulla liquidazione di Foggia Servizi e Amica Gestioni

Gianni Mongelli, Riccardo Leone della Cigl, Domenico Gesualdo della Cisl, Carlo Valente della Uil e Mario Rendinella dell’Usppi, hanno scritto ai ministeri del Lavoro, dell’Interno, e dell’Economia, agli assessorati al Lavoro e al Welfare della Regione Puglia e della provincia di Foggia e al prefetto Maria Luisa Latella, per chiedere un incontro urgente per approfondire il contenuto della normativa sulla liquidazione delle società strumentali partecipate dal Comune di Foggia, Foggia Servizi e Amica Gestioni, e gli effetti sulla platea storica degli LSU, evidenziando altresì la grave tensione sociale che deriverebbe dagli effetti dell’applicazione della disciplina emarginata e dal venir meno degli ammortizzatori sociali.

I circa 100 lavoratori delle due società fanno parte della originaria platea storica degli LSU, secondo il decreto legislativo 81/2000, personale di cui la gran parte è stata stabilizzata ed è attualmente in servizio presso il Comune di Foggia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società partecipate: grave tensione sociale, Comune lancia l’allarme

FoggiaToday è in caricamento