Economia Cerignola

Servizio civile, comuni foggiani sbagliano progetti: ecco quelli cestinati dalla Regione

Emblematico il caso dei cinque progetti presentati dal Comune di San Paolo di Civitate e ritenuti non idonei. Due quelli del Comune di Cerignola. Sgarro: "Incompetenza amministrativa al limite del comico"

La Regione Puglia ha reso noto la graduatoria dei progetti idonei e non del Servizio Civile Nazionale presentati entro il 15 ottobre scorso, a conclusione del procedimento per l’esame e la valutazione. Parecchi i progetti presentati in provincia di Foggia ed esclusi dalla valutazione di merito e di qualità. Addirittura cinque quelli stilati dal Comune di San Paolo di Civitate, due da quello di Cerignola.

Tra gli esclusi dalla valutazione di merito ci sono ‘I giovani per i giovani’ dell’Ente Provincia, per il “mancato rispetto della soglia minima e massima del numero di volontari per ogni progetto e per ogni sede di attuazione del progetto; ‘Verde e verde’, ‘Orsara in mostra’ e ‘L’insostenibile leggerezza della scoperta’ presentati rispettivamente  dai comuni di Pietramontecorvino, Orsara e Castelluccio Valmaggiore’

Tra i progetti esclusi dalla valutazione di qualità ci sono invece ‘Dialoghi intergenerazionali’ del Comune di Roseto Valfortore, ‘Pronti al pronto soccorso’ della Provincia di Foggia, ‘Randagismo no grazie’ dei Volontari Protezione Animali, ’Giovani biblioteca’ del Comune di Sant’Agata di Puglia, ‘Se tutti i ragazzi del mondo si dessero la mano’ e ‘Integrazione e inclusione, una sfida possibile’ presentati dal Comune di Cerignola.

Esclusioni che a Cerignola hanno provocato l’amara e dura reazione di Tommaso Sgarro: “Ciò che sconcerta è la motivazione, che si riporta di seguito: “Non idoneo per indicazione numero di volontari superiori a quello previsto per la classe di iscrizione all’Albo Nazionale o Regionale e provinciale”.  Il Comune di Cerignola è un ente di 3ª classe e invece di indicare massimo 12 volontari ne ha indicati 15”.

Il consigliere comunale di opposizione ha aggiunto: “Incompetenza amministrativa al limite del comico se non fossimo oramai quotidianamente nel ridicolo! Come è possibile che chi ci amministra non legga nemmeno i documenti indispensabili alla redazione dei progetti?” E concluso: “12 giovani non avranno, grazie alla sciatteria dell’amministrazione Metta, la possibilità di vivere un’esperienza formativa e lavorativa importante, e nel frattempo continuiamo a collezionare brutte figure”.

Emblematico il caso del Comune di San Paolo di Civitate, che ha incassato la bocciatura del dirigente regionale in merito a ben cinque progetti: ‘Differenziamo l’ambiente’, ‘Il museo, frammenti di vita’, ‘Informagiovani’, ‘Noi e gli anziani’, ‘Riviviamo il centro storico’.

SERVIZIO CIVILE: I PROGETTI ESCLUSI

SERVIZIO CIVILE: I PROGETTI IDONEI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile, comuni foggiani sbagliano progetti: ecco quelli cestinati dalla Regione

FoggiaToday è in caricamento