rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia Cerignola

Anche a Cerignola il servizio di assistenza domiciliare e prevenzione oncologica

Sarà inaugurata sabato 18 febbraio la nuova sede. Ale Frisani: “È l’ennesima dimostrazione dell’attenzione dell’amministrazione verso un tema mai debitamente attenzionato”

La Fondazione Assistenza nazionale tumori (Ant) avrà una sede anche nella città di Cerignola. La struttura verrà inaugurata sabato prossimo 18 febbraio.

“È’ l’ennesima dimostrazione dell’attenzione dell’amministrazione, nello specifico dell’assessore alle Politiche Sociali, verso un tema mai debitamente attenzionato: la sensibilizzazione alla prevenzione è utile e può salvare delle vite”. Questo il commento del Capogruppo del Movimento politico di Federazione Civica, Ale Frisani, in merito all’annuncio dell’imminente apertura di una sede dell’Ant a Cerignola.

“La prevenzione oncologica – continua Frisani – è dunque un complesso investimento per la salute, che ha come risultato una riduzione della mortalità. Per raggiungere questo obiettivo, però, si devono mettere in atto dei processi che migliorino le capacità organizzative dei sistemi sanitari, la tecnologia e le conoscenze”.

L’Ant è un’associazione che da circa 40 anni sostiene chi è affetto da patologie oncologiche, fornendo una puntale assistenza domiciliare gratuita. La ricerca, la formazione in cure palliative del personale sanitario e la prevenzione sono le altre missioni della Fondazione che si è impegnata fortemente nei diversi campi ottenendo importanti risulti, grazie soprattutto alle offerte spontanee della gente e degli enti pubblici e privati.

I fondi raccolti saranno destinati all’attività gratuita di assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e ai progetti di prevenzione oncologica che Fondazione Ant offre alla cittadinanza sul territorio.

“È un altro obiettivo realizzato grazie alla caparbietà dell’assessorato alle Politiche Sociali – conclude Frisani – capace ancora una volta di dare risposta alle esigenze della comunità. Il nostro è un territorio che non presta molta attenzione alla problematica: solo recentemente, infatti, è stata vinta un’altra battaglia come lo screening mammografico gratuito per le donne fra i 50 e 69 anni d’età. Ora, con questo nuovo servizio, si punta in maniera concreta sulla prevenzione e l’assistenza fornita da professionisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Cerignola il servizio di assistenza domiciliare e prevenzione oncologica

FoggiaToday è in caricamento