Dagli stipendi bassi al riordino delle carriere: scioperano i Vigili del Fuoco

Massiccia la partecipazione allo stato di agitazione di quattro ore, indetto dal sindacato autonomo Conapo

Chiedono garanzie per il proprio futuro, ecco perché il corpo dei vigili del Fuoco ha aderito in massa (34 unità su 43 totali) allo sciopero indetto dal sindacato autonomo Conapo

Quattro i punti che hanno indotto i vigili del fuoco a intraprendere lo stato di agitazione di quattro ore (dalle 9 alle 13 di ieri), a partire dalla richiesta di equiparazione stipendiale e copertura del gap finanziario rispetto agli altri corpi di stato: "Infatti, la differenza tra polizia e vigili del fuoco, nonostante si appartenga allo stesso ministero, si aggira intorno ai 300 euro", fa presente il segretario provinciale del Conapo Salvatore Minetti. 

Tra le cause dello stato di agitazione anche la richiesta di Ripartizione degli aumenti retributivi derivanti dal 'Fondo per l'operatività del soccorso pubblico (art. 15 d.lgs 97/2017), il riordino delle carriere dei vigili del fuoco su modello della Polizia di Stato e l'ingresso nel comparto sicurezza

"Siamo soddisfatti per l'ottima riuscita dello sciopero di categoria, reso possibile solo grazie al lavoro di equipe", ha commentato Minetti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento