rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Economia San Severo

Fino a 5mila euro per chi si trasferisce a San Severo, da 7500 a 20mila euro a chi apre un'attività

La Giunta ha destinato la cifra per lo sviluppo delle attività commerciali e in favore delle famiglie che decideranno di stabilire la residenza nel comune dell'Alto Tavoliere

La Giunta Comunale, su proposta del sindaco Francesco Miglio e dell’assessore alle Attività Produttive Felice Carrabba, ha approvato la delibera 'Fondo di sostegno ai comuni marginali Dpcm del 30 settembre 2021 (G.U.R.I. n. 296 del 14/12/2021) – Determinazioni'. “Abbiamo deliberato gli atti consequenziali ad un altro importante traguardo conseguito da quest’amministrazione – dichiarano il sindaco Miglio e l’assessore Carrabba – con il Comune che è risultato assegnatario, per il triennio 2021-2023, di un contributo finanziario pari a € 890.226,97, relativo al Fondo di sostegno ai Comuni marginali, di cui all’art. 1 c. 196 della Legge 30 dicembre 2020 n. 178, finalizzato a favorire la coesione sociale e lo sviluppo economico nei comuni. Il contributo può essere utilizzato per alcune categorie di interventi ed abbiamo ritenuto di destinarlo a incentivare lo sviluppo di attività commerciali, artigianali e agricole nel territorio di San Severo, con particolare riferimento alla zona A del vigente Pug adeguato al Pptr ed a incrementare il flusso migratorio contrastando la diminuzione della popolazione nel medesimo Comune, riconoscendo a tal fine un contributo a favore delle famiglie che decideranno di stabilire a San Severo la loro residenza con provenienza da altri comuni italiani o dall’estero. Si tratta dell’ennesimo finanziamento intercettato dal nostro Comune, un risultato eccellente che consente di destinare contribuzioni importanti in favore dell’intera collettività. Nel contempo desideriamo rivolgere il nostro apprezzamento alla tecnostruttura comunale che ha ben operato nella predisposizione di tutti gli adempimenti”. 

La Giunta ha, pertanto, deliberato la concessione di contributi per l'avvio delle attività commerciali, artigianali e agricole attraverso un’unità operativa ubicata nei territori dei comuni, ovvero intraprendano nuove attività economiche nei suddetti territori comunali e sono regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese”; la “concessione di contributi a favore di coloro che trasferiscono la propria residenza e dimora abituale nei comuni delle aree interne, a titolo di concorso per le spese di acquisto e di ristrutturazione di immobili da destinare ad abitazione principale del beneficiario nel limite di 5mila euro a beneficiario”; di destinare il contributo messo a disposizione su base annua alla categoria lettera b) nella misura del 90% e alla categoria lettera c) nella misura del 10%; di stabilire che l’assegnazione del contributo dovrà seguire la modalità della presentazione a sportello fino all’esaurimento delle risorse disponibili; di stabilire l’entità del contributo di cui alla lettera b) del Dpcm 30/9/2021 nella misura di € 7.500,00, che vengono incrementate ad € 20.000,00 laddove le attività vengano insediate nel centro storico (Zona “A” del vigente Piano Urbanistico Generale); di stabilire l’entità del contributo di cui alla lettera c) nella misura di € 1.000,00 per ciascun componente del nucleo familiare, comunque fino ad un massimo di € 5.000,00 euro per l’intero nucleo familiare; di demandare al dirigente Area V - Urbanistica e Attività Produttive la redazione dell’avviso pubblico finalizzato all’individuazione dei soggetti beneficiari che rispettino i requisiti di accesso richiesti e gli adempimenti successivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 5mila euro per chi si trasferisce a San Severo, da 7500 a 20mila euro a chi apre un'attività

FoggiaToday è in caricamento