Archiviata con successo la prima edizione di 'Campanili a tavola'

A San Severo, otto i comuni coinvolti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è conclusa con successo la prima edizione di "Campanili a Tavola", un evento promosso dal G.AL. Daunia Rurale per segnare l'avvio delle tante attività che vedono i Comuni dell'Alto Tavoliere al centro di tutti i programmi. I numeri: oltre 2.800 degustazioni gratuite, 20 stand, 22 aziende espositrici, oltre 30mila visitatori stimati complessivamente, 4 spettacoli musicali rappresentativi del folk locale, uno spettacolo di cabaret da parte di un artista di fama nazionale, uno spettacolo culturale in teatro, 15mila brochure esplicative distribuite, 1.500 locandine affisse, 100 manifesti di varie misure affissi, 500 inviti ad Enti ed Istituzioni, 1.000 tra spot pubblicitari radio, televisivi, banner web, comunicati stampa.

"Campanili a tavola" si è svolto dal 27 al 30 novembre con un carnet di appuntamenti in nome del gusto, della cultura e della sinergia, a dimostrazione che "quando i Comuni ragionano in termini di area vasta, fanno grandi cose per il Territorio", come ha dichiarato Francesco Miglio, nella sua duplice veste di presidente della Provincia di Foggia e di sindaco di San Severo. E' stata proprio la città di San Severo ad ospitare questo evento coinvolgente, "un progetto ambizioso, volto a valorizzare l'Alto Tavoliere in tutte le sue eccellenze", come dichiarato dal presidente del Gal Daunia Rurale, Simone Mascia.

Otto i comuni coinvolti da "Campanili a tavola": Lesina, Torremaggiore, Serracapriola, San Paolo di Civitate, Apricena, San Severo e Chieuti. Quest'ultimo rappresenta una minoranza linguistica e una realtà piccola da tutelare, in tutte le proprie peculiarità e tradizioni, come evidenziato dal sindaco Lucia Antonietta D'ardes, presente durante la giornata inaugurale. Il Gal dimostra di essere un punto di riferimento importante ed una chiave facilitatrice per ottenere investimenti sul Territorio, anche per investire in termini di formazione, come suggerito dal primo cittadino di Torremaggiore, Costanzo Di Iorio.

Momento clou della manifestazione e' stato il convegno di venerdì 28 dedicato a "Gal e le Strategie di Marketing Funzionali al Territorio", con la presenza di molte testimonianze qualificate. Tra gli altri, Giulia Diglio, di Inea Puglia, ha illustrato i nuovi interventi di sostegno al marketing del territorio, Olga Buono di R&S ha messo in rassegna l'ampia offerta di itinerari turistici dell'Alto Tavoliere, nell'ottica della destagionalizzazione, Stefano Crudele di Fortyconsulting ha puntato l'attenzione sulla rete locale degli Operatori.

Nella quattro giorni dell'Alta Capitanata e' stata inaugurata la nuova sede del Gal e non sono mancati momenti legati alla folclore: ogni sera due esibizioni diverse, molto apprezzate dal pubblico, con nomi di grido noti, a carattere locale e nazionale. Spiccava tra tutti i mattatore di Zelig, Giovanni Cacioppo, andato in scena col suo "Vita da bar". Ma e' andata in scena la musica napoletana non neomelodica, la tarantella garganica e la musica popolare.

Per le iniziative legate al gusto ed alla filosofia del km zero, garanzia di qualità e di peculiarità, ogni giorno si sono tenuti diversi show cooking organizzati da aziende di ristorazione degli otto comuni coinvolti: ciascuno ha messo in rassegna il meglio di se' e della propria cucina tipica, offrendo realizzazioni di ricette tipiche, degustate dai visitatori gratuitamente. Non sono mancati gli eventi di formazione, anch'essi gratuiti per il pubblico, tenuti presso masserie didattiche, in particolare legati alla produzione dell'olio di oliva.

L'intera manifestazione ha avuto il sostegno delle aziende che hanno scelto le tre location di Piazza del Municipio, Piazza della Repubblica e Piazza Liberty per mettere in vetrina le proprie produzioni, che spaziavano dai vini ai formaggi, dai salumi agli oli, passando attraverso prodotti da forno, pastifici, artigianato e mestieri. A dimostrazione di un Territorio che investe nella crescita e ci crede, con una parola d'ordine: sinergia!

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento