Economia

Al via i saldi estivi: è “caccia all’affare” tra i negozi foggiani, ma occhio alle truffe

Prezzi scontati dal 30% al 50% in tutti i negozi della provincia. Per l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori la spesa media si attesterà sui 117 euro a nucleo familiare

Sono cominciati questa mattina in provincia di Foggia gli attesissimi saldi estivi. Sconti dal 20 al 50% in tutti i negozi del capoluogo dauno e della provincia, dove i consumatori sono chiamati ad approfittare di capi di abbigliamento, accessori e calzature a prezzi scontati, mentre dall'altra parte, i commercianti, a recuperare liquidità in un periodo nerissimo sul fronte consumi.

Inutile ribadire la necessità di fare attenzione a non incorrere in truffe e raggiri, consultando, prima di effettuare gli acquisti, il decalogo fornito da Codacons. Ma anche gli esercenti associati alla FIsmo Confesercenti, nei giorni scorsi sono stati chiamati a consultare e a rispettare 10 regole basilari per effettuare corrette operazioni di vendite.

Secondo Fismo Confesercenti, il 2013 è stato un “annus horribilis”, che ha registrato un continuo calo delle vendite nell’abbigliamento, diminuite nei primi quattro mesi dell'anno del 4,6%. Secondo la consueta indagine a campione effettuata dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, invece, le vendite a saldo registreranno un calo del -8% -9%.

Solo una famiglia su tre acquisterà a saldo, con una spesa che si attesterà a circa 117 euro a famiglia. Previsioni ancora più "nere" quelle del Codacons su scala regionale, con scontrino medio che non supererà gli 88 euro e un presunto calo delle vendite al 21%. Nel frattempo è in corso la febbre dei saldi e la frenetica corsa agli acquisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i saldi estivi: è “caccia all’affare” tra i negozi foggiani, ma occhio alle truffe

FoggiaToday è in caricamento