Gino Lisa, iter bloccato per un 'errore'. Barone furiosa: “Chi ha sbagliato si dimetta”

La consigliera M5S:"Pretendo di sapere chi sono i tecnici e gli assessori che già due anni fa sbagliarono la notifica con l’Europa. Che rassegnino le loro dimissioni"

Rosa Barone

Sarebbe stato un “errore” da parte degli uffici regionali pugliesi ad impedire di portare a termine l'iter amministrativo per l'allungamento della pista del Gino Lisa. E a svelare lo "scheletro nell'armadio" è l’Europa. Lo ha reso noto la Commissione Europea specificando che la notifica inviata dalla Regione Puglia è stata giudicata insufficiente e che la procedura dovrà essere riformulata completamente con una nuova notifica.

Sull'accaduto, si è espressa duramente la consigliera M5S foggiana Rosa Barone che da tempo porta avanti la battaglia per il Gino Lisa: “Come rappresentante del territorio dauno in Regione, pretendo di sapere chi sono i tecnici e gli assessori che già due anni fa sbagliarono la notifica con l’Europa per la richiesta di allungamento dello scalo foggiano Gino Lisa".

Continua la consigliera pentastella: "Questo dimostra che abbiamo gente poco idonea in posizioni apicali della nostra Regione, in un quadro poi poco chiaro tra negligenze tecniche e pressapochismo, chi ha sbagliato deve pagare rassegnando le dimissioni. Dobbiamo invece ringraziare l’Europa che ci sta offrendo una nuova possibilità di riaprire la procedura. Ci aspettiamo che Giannini venga a riferire in aula a riguardo di questi due anni persi, siano specificati chiaramente nomi e circostanze che hanno indotto l’Unione Europea a bocciare la notifica per colpa della Regione Puglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro scalo così come la nostra provincia non meritano queste negligenze e questo trattamento deficitario, già pagato a lungo con il governo Vendola. Adesso che il M5S è in Regione Puglia - conclude la consigliera Rosa Barone - pretendiamo che a tutte le province pugliesi venga riservata la stessa attenzione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento