Romano Prodi in vacanza a Mattinata: "Qui posti unici, peccato che le spiagge siano già vuote"

Il professore e già presidente del Consiglio ospite sul Gargano di Giardino Monsignore assieme alla consorte. Foggiatoday riesce ad intercettarlo: "Giornate come queste in questi luoghi sono il meglio che si possa avere"

Romano Prodi

“Giornate come queste sono inimmaginabili in altri posti; è un peccato vedere un turismo già così in calo”. Parola di Romano Prodi. Il già due volte presidente del consiglio e fondatore de L’Ulivo - cofondatore del Partito Democratico è in queste ore sulla spiaggia di Mattinata, ospite di Giardino Monsignore, in compagnia della consorte.

Siamo riusciti ad intercettarlo e a porgli qualche domanda, limitatamente al Gargano e alle sue bellezze (non di politica). “E’ un posto unico – ci ha confidato Prodi - ed è un peccato vedere queste spiagge meravigliose svuotate già a settembre”.

Per il professore si ha bisogno di destagionalizzare ed internazionalizzare. “Bisogna attrarre coloro che viaggiano fuori stagione, soprattutto stranieri.Servono iniziative speciali, eventi sportivi, ma anche campagne pubblicitarie specifiche in determinati paesi. Giornate come queste in queste luoghi non hanno rivali, è il  meglio che si possa avere” ha concluso, regalando al Gargano un grande spot.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento