Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia Via Alberto Testi

Poste, ritiro raccomandate inesitate: dal 14 ottobre apre lo sportello di via Testi

Il nuovo sportello sarà operativo a partire dal 14 ottobre ed in via sperimentale effettuerà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalla 8 alle 18.30 e il sabato dalle 8 alle 13

Volge finalmente al termine la questione del ritiro inesitate (raccomandate e atti giudiziari) a Foggia, che dal prossimo 14 ottobre vedrà l’apertura del secondo sportello in via Testi, angolo via De Stisi, oltre quello già esistente in via Motta della Regina.

Una querelle lunga e tortuosa, cominciata tra Poste Italiane ed i sindacati la scorsa primavera, quando la situazione era precipitata dopo la decisione dell’azienda di trasferire anche gli oggetti a firma del quartiere Candelaro e Macchia Gialla nell’impianto di smistamento di Villaggio Artigiani.

Una situazione che aveva creato non pochi disagi ai cittadini, costretti a raggiungere una location fuori dal centro città, senza collegamenti pubblici o parcheggio adeguato, oltre che una forti problematiche per i lavoratori stessi, atteso che in pochi giorni i due/tre sportelli operativi si erano trovati a soddisfare le esigenze di un’intera città.

Quindi erano partite le prime richieste d’incontro del sindacato all’azienda, nel tentativo di trovare una soluzione capace di coniugare qualità del servizio agli utenti e serenità dei lavoratori. Ora finalmente la condivisione dell’apertura del secondo sportello. Il nuovo sportello sarà operativo a partire dal 14 ottobre ed in via sperimentale effettuerà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalla ore 08.00 alle 18.30 (orario continuato) e il sabato dalle ore 08.00 alle 13,00.

La SLP CISL esprime viva soddisfazione per la soluzione trovata che recepisce le istanze sindacali.  “Avevamo avanzato una serie proposte per eliminare i problemi dei lavoratori e di una intera città, attraverso l’inserimento di più risorse e la delocalizzazione del ritiro inesitate per contenere più postazioni – afferma il segretario generale, Antonio Lepore. “L’intervento aziendale di dividere la città in due tronconi ci pare opportuno, a patto però – aggiunge il sindacalista - che le risorse da impiegare ed i locali individuati siano messi in linea con i parametri di lavoro e sicurezza per dipendenti e cittadini. Continueremo a vigilare sulla situazione in tal senso. Ovviamente esprimiamo viva soddisfazione per la soluzione alla questione”.

Sergio Di Gioia, presidente UIL Poste. "Corre l'obbligo ricordare che fù un preciso impegno, su sollecitazione di questa segreteria, non a chiacchiere ma con i fatti, che l'assessore del PD Pasquale Dell'Aquila e del sindaco Mongelli, costrinsero le Poste ad una riunione al Comune di Foggia per l'apertura dell'ufficio Poste di via Testi. Bisogna ringraziare anche i dirigenti del Dopolavoro Poste di Foggia, i quali, sensibilizzati dal problema, hanno ceduto senza resistenza la metà dei locali esistenti".
                                                               



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, ritiro raccomandate inesitate: dal 14 ottobre apre lo sportello di via Testi

FoggiaToday è in caricamento