Borse di studio, l'esercito degli universitari 'idonei non beneficiari': "Ritardi gravissimi, ma i fondi ci sono"

La denuncia di Rete della Conoscenza Puglia e Link: "L'ADISU Puglia si attivi immediatamente per erogare le borse di studio rimaste, visto che i tempi si sono già protratti oltre i limiti sostenibili"

Immagine di repertorio

A luglio inoltrato e ad anno accademico abbondantemente concluso, circa 1000 studenti del primo anno, non solo non hanno ricevuto la borsa di studio, ma sono ancora “idonei non beneficiari”, drammatica definizione italiana per chi ha tutte le carte in regola per ricevere la borsa di studio, ma non la percepisce per insufficienza di fondi.

LA DENUNCIA DI LINK E RETE DELLA CONOSCENZA

“Come LINK e Rete della Conoscenza Puglia, durante tutto l’anno accademico abbiamo agito dentro e fuori dagli organi istituzionali per garantire il diritto allo studio e ad oggi il 90% degli studenti ha avuto la borsa - dichiara Enrico Pulieri, rappresentante in CdA ADISU Puglia - tuttavia quest’anno si è registrato un ritardo mai visto nell’erogazione dei fondi nazionali e per la prima volta in Puglia a luglio ci sono studenti che ancora attendono di conoscere la propria situazione”. Quest’anno, infatti, la Conferenza Stato - Regioni ha dato il via libera alla ripartizione delle risorse per le borse di studio soltanto il 25 maggio e da allora soltanto in questi giorni il MIUR ha provveduto a inviare ufficialmente il riparto alle Regioni. La Puglia ha ricevuto 13,4 milioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE MATRICOLE, GLI STUDENTI PIU' PENALIZZATI

“Il ritardo che il MIUR ha fatto accumulare è gravissimo, perché declassa le borse di studio a mero rimborso spese e si abbatte su una platea particolarmente sensibile, come quella delle matricole, che avrebbero bisogno di più supporto nell’ingresso nel mondo universitario. Per questa ragione riteniamo fondamentale che l’ADISU Puglia si attivi immediatamente per erogare le borse di studio rimaste, visto che i tempi si sono già protratti oltre i limiti sostenibili", continua la nota stampa congiunta Rete della Conoscenza Puglia coni coordinamenti Link di Foggia, Lecce, Bari e Taranto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento