Con l’Energy manager Foggia risparmia 1 milione. “Grazie a lui illuminazione ‘intelligente’”

Al via l'efficientamento energetico dell'ente, per il Comune di Foggia si profila un risparmio in bolletta di 1 milione di euro. "Prevista anche una mappatura precisa dei contatori elettrici sparsi in città"

Luci accese a San Pio X, immagine di repertorio

I tagli ai trasferimenti statali – quei 5 milioni di euro in meno al Comune di Foggia per i quali Landella aveva annunciato che l’erogazione dei servizi sarebbe stata a rischio – ma prima ancora l’introduzione della figura dell’Energy manager nella persona dell’ing. Antonio Bruno, hanno spinto l’amministrazione comunale ad avviare un percorso di razionalizzazione delle spese. Uno dei primi provvedimenti messi in campo è stato il piano di efficientamento energetico, per quanto riguarda la fornitura dell’energia elettrica.

Fa sapere l’ing. Bruno: “Sino al 2011 il fornitore di energia dell'Amministrazione è stato Enel SpA, ma a causa della morosità dell'ente nei pagamenti ha cessato la fornitura (iscrivendo nei propri archivi un debito di 6 milioni di euro), causando il passaggio del Comune di Foggia al servizio di salvaguardia, che per la Puglia è gestito dalla società Hera Comm, e che ha un costo di circa il 30% in più. Per questo motivo mi sono attivato sin da subito –in collaborazione con l'assessore ai Lavori Pubblici Giovanni De Rosa e con il dirigente Potito Belgioioso, per il passaggio al mercato libero dell'energia con la società Gala SpA dal 1 maggio 2015, attraverso la Consip, la società del ministero dell'Economia che svolge attività di consulenza, assistenza e supporto nell'ambito degli acquisti di beni e servizi delle amministrazioni pubbliche”

Queste invece le parole del sindaco: “Grazie al lavoro dell'Energy manager, il Comune di Foggia avrà un risparmio in bolletta di circa un milione di euro rispetto al costo del 2014 di 4 milioni e 600mila euro. Un risultato che ci permetterà anche di sostituire le lampade attuali con quelle a led, che consentono un risparmio di circa il 40% del consumo di energia, e la riqualificazione della rete della Pubblica illuminazione.

E precisa: “L'ingegner Antonio Bruno avrà un compenso pari al 15% del risparmio totale per le casse comunali con un tetto massimo annuale di 39mila e 900 euro. Grazie alle sue competenze, la rete di pubblica illuminazione diventerà “intelligente” in quanto, oltre ad essere telecontrollata da una cabina di regia (per cui contiamo di risolvere in maniera definitiva il problema dei furti e gli eventuali malfunzionamenti dei lampioni) i possibili guasti saranno rilevati in tempo reale dal sistema di telegestione attivo h24. Con questa iniziativa chiuderemo una situazione drammatica da un punto di vista finanziario e logistico, che ha caratterizzato l'ente comunale fino a pochi mesi fa nel settore energetico”.

L'energy manager, inoltre, in collaborazione con l'assessorato ai Lavori Pubblici, ha anche avviato le attività relative all'audit energetico per l'intera rete di pubblica illuminazione che prevede, tra le altre cose, la mappatura puntuale dei contatori elettrici sparsi per la città, analizzando, per ciascuno, i relativi consumi al fine di evidenziare eventuali anomalie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento