Riscossione tributi, trovata l'intesa tra Comune e Mazal

L'accordo prevede una rimodulazione contrattuale che conferma la riscossione diretta ed in economia da parte dell’Amministrazione di IMU e TASI. A Mazal Global Solution Srl viene invece affidata la gestione della riscossione volontaria e coattiva di tutte le altre entrate

L’Amministrazione comunale e la società Mazal Global Solution Srl hanno raggiunto e validato – con l’approvazione della relativa deliberazione della Giunta comunale avvenuta oggi – l’intesa riguardante la rimodulazione del contratto riguardante l’attività di accertamento e riscossione dei tributi locali.

L’intesa – costruita e definita dal dirigente dei Servizi Finanziari del Comune di Foggia, Carlo Dicesare, e dal Commissario Straordinario di Mazal Global Solution Srl, Bruno Inzitari – prevede una rimodulazione contrattuale che conferma la riscossione diretta ed in economia da parte dell’Amministrazione comunale di IMU e TASI, con i versamenti spontanei che dovranno essere effettuati sul conto corrente della tesoreria del Comune di Foggia. A Mazal Global Solution Srl viene invece affidata la gestione della riscossione volontaria e coattiva di tutte le altre entrate, comprese le attività riferite agli accertamenti e alle riscossioni coattive dell’IMU, anche in relazione alle annualità pregresse. Sul piano economico, inoltre, la rimodulazione contrattuale riduce l’aggio unico al 6,90%, per un minimo garantito di 25 milioni di euro, a fronte del precedente 7,09%.

Accertamento e riscossione tornano nella titolarità di Mazal

L’accordo pone dunque fine all’annosa operazione di rinegoziazione, producendo un oggettivo vantaggio per l’Ente di Palazzo di Città, in ragione della diminuzione dell’aggio unico e dell’esclusione di qualsiasi compenso a favore della concessionaria per le operazione di riscossione volontaria di IMU e TASI, anche con riferimento alle annualità pregresse, nel rispetto della loro internalizzazione stabilita dalla Giunta comunale e di quanto chiarito dal Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze in ordine all’assoluta infondatezza del riconoscimento di aggio in relazione alla riscossione spontanea dell’IMU, fatta salva la legittimità del compenso per l’attività di accertamento e riscossione coattiva del tributo.

Sul fronte del contenzioso, infine, l’intesa impegna l’Amministrazione comunale a rinunciare ad impugnare in Consiglio di Stato l’ultima sentenza del Tar Puglia, con cui il Tribunale Amministrativo ha riaffidato alla società la titolarità dell’attività di accertamento e riscossione dei tributi locali, ed Aipa SpA e Mazal Global Solution Srl a rinunciare a dar corso al ricorso prodotto al Tar Puglia avente ad oggetto l’impugnazione della Deliberazione di Giunta numero 111 del 24.11.2014 (con cui l’esecutivo di Palazzo di Città aveva revocato l’attività di riscossione volontaria dell’IMU e della TASI, ed il relativo aggio, alla società) e a qualsiasi azione tesa alla pretesa di aggio volontario sulla riscossione del saldo IMU 2014 e sulle annualità di imposta 2015 e 2016. Va specificato che l’accordo tra le parti non si pone in contrasto con il procedimento penale pendente presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia e non esclude, quindi, in alcun modo eventuali azioni risarcitorie derivanti da condotte illecite accertate in sede penale, riferite ad attività contrattuali svolte in annualità pregresse ed accertate con sentenza passata in giudicato.

La stabilizzazione del rapporto tra Comune di Foggia e Mazal Global Solution Srl, com’è evidente, produrrà da un lato positive ripercussioni sulle riscossioni delle entrate comunali – diminuite a causa dell’incertezza derivante dal lungo contenzioso amministrativo – e dall’altro permetterà il mantenimento dei livelli occupazionali della società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento